BANNER-ALTO2
A+ A A-

Amantea invasa dai “ciuciuli rossi”

Vota questo articolo
(1 Vota)

Un paio di anni fa abbiamo avuto modo di interessarci del problema della infestazione di molte case da parte della blattella germanica, una blatta rossiccia, diversa dal “ciuciulo” nero tipico della nostra zona.

(nella foto in un piatto doccia)

 

 

La “Blatta germanica” predilige ambienti umidi e alte temperature e cibo facilmente disponibile.

Si trova per lo più nei ristoranti, forni, pizzerie, nelle cucine, nelle lavanderie, negli appartamenti e nelle industrie alimentari.

Ha la capacità di arrampicarsi sulle pareti lisce e verticali, grazie a delle particolari strutture presenti sulle zampe.

A parte il fatto che possono apparire ributtanti, esse sono pericolose perché i loro escrementi sono focolaio per Nematodi, Protozoi, Cestodi, pericolosi per la salute dell'uomo.

 

Le Blatte esistono da 200 milioni di anni , ben da prima dell' uomo.

Sono capaci di vivere nei luoghi più inospitali, sporchi, caldi, freddi.

Possono adattarsi ad ogni clima e non hanno limiti, dimostrando anche come tale insetto, nonostante lo scorrere del tempo, rimane morfologicamente uguale.

La caratteristica più strana è che una volta che delle blatte restano intossicate dai veleni, in poche rimangono in vita. Divengono martiri della loro specie, permettendo ad altre blatte di mangiarle e migliorare un gene che diviene più resistente ai pesticidi.

 

Tra le metodiche per la lotta contro le blatte particolarmente efficace risulta il trattamento delle superfici di probabile transito con prodotti in grado di persistere per un discreto periodo di tempo.

Qualcuno suggerisce di disinfettare i condotti dell’acqua con abbondante cloro ( varichina)

Qualcuno suggerisce di utilizzare acido borico od acido tannico

Qualcun altro suggerisce di porre nelle case scatole con colla sulla quale porre miele ed uvetta. Questo sistema pare serva soprattutto per sapere che entità di infestazione si ha in casa

 

Tutti suggeriscono la massima pulizia, eliminando briciole di pane o biscotti, chiudendo i rifiuti negli appositi contenitori, non lasciando piatti sporchi nel lavello, chiudendo gli accessi dei lavandini e dei lavelli.

Ma la cosa più importante è la disinfestazione dei tombini dove, in genere, proliferano per salire attraverso i tubi negli appartamenti.

A farlo dovrà essere il comune ed il condominio, impiegando insetticidi in microemulsione acquosa che contengano principi attivi in associazioni di permetrina e tetrametrina sinergizzati con piperonilbutossido, che gli conferiscono rapido abbattimento e azione residua prolungata.

Se trovate blatte rosse in casa vostra chiamate immediatamente il comune e chiedete la urgente disinfestazione delle reti idriche e fognarie.

E’ importante per la salute dei vostri cari.

Ultima modifica il Sabato, 09 Luglio 2016 00:07
Redazione TirrenoNews

Dal 2005 la Redazione di TirrenoNews.Info cerca di informare in modo indipendente e veloce.

 

LogoTirrenoNews

Sito web: www.trn-news.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove è consentito

BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy