BANNER-ALTO2
A+ A A-

Il 2 febbraio è la festa della Candelora. Nella foto Amantea, oggi; una eccezionale giornata di sole!

La Chiesa cattolica (Levitico 2,22-39), celebra con questa festa la presentazione al tempio di Maria , quaranta giorni dopo il parto ( prima non era possibile perché per gli ebrei, dopo il parto di un maschio, una donna era considerata impura per un periodo di 40 giorni).

In questo giorno secondo una usanza, che pare di origine francese, e che è documentata a Roma solo tra il IX e X sec., di benedire le candele simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti".

La Candelora (deriverebbe dal tardo latino "candelorum", per "candelaram", benedizione delle candele) è celebrata anche nella tradizione pagana e neopagana, ed alcuni studiosi rilevano come si tratti di una festività introdotta appunto in sostituzione di una preesistente.

Sempre in merito alle origini italiche della Candelora, nel "Lunario Toscano" dell'anno 1805 si ritrova questo testo: "La mattina si fa la benedizione delle candele, che si distribuiscono ai fedeli, la qual funzione fu istituita dalla Chiesa per togliere un antico costume dei gentili, che in questo giorno in onore della falsa dea Februa con fiaccole accese andavano scorrendo per le citta', mutando quella superstizione in religione e pieta' cristiana".

Per la cronaca, i gentili erano i pagani e la Dea Februa era Iunio Februata (Giunone purificata), che veniva celebrata a Roma alle Calende di febbraio. Quindi, la purificazione di Maria fu fatta coincidere (per sostituirsi poi del tutto o quasi) con la festa pagana dedicata a Giunone e ai Lupercali

Per le tradizioni celtiche questa ricorrenza viene chiamata invece Imbolc (da imbolg - nel grembo) e risulta particolarmente legata alla triplice Dea Brigit (o Brigid), divinità del fuoco, della tradizione e della guarigione; anche questa festa venne poi trasformata in età cristiana e il ruolo della Dea affidato alla figura di santa Brigida, a cui vengono attribuite tutte le caratteristiche della divinità, in particolare quella del fuoco sacro.

La candelora, segnava il passaggio tra l’inverno e la primavera ovvero tra il momento di massimo buio e freddo e quello di risveglio della luce( da cui le candele che vincono il buio dei giorni invernali).

Una festa quindi antichissima e legata alla tradizione ed alla religione. Da qui i tanti proverbi che la arricchiscono e che come al solito “sono pronti ad ogni evenienza”.

Ta noi ad Amantea si dice: “Alla Cannilora , stata d’intra e viernu fora”

Contemporaneamente si dice anche “ Tantu sulu alla cannilora , tantu fruddo e niva ancora”

Ma ci sono anche le posizioni intermedie come il proverbio che dice “ Alla cannilora ci su quaranta juorni i friddu ancora”

Il più antico e certificato proverbio sembra quello che si fa riferire al 474 dopo Cristo ed introdotto dal patriarca di Roma Gelasio , il quale dice “Per la santa Candelora se nevica o se plora dell'inverno siamo fora” (nb plora dal latino piangere in senso figurato piovere

Leggi tutto... 0

La pioggia caduta stanotte qualche problema al territorio lo ha creato. Per fortuna sembra rimasto quasi indenne il centro più abitato, ma solo perché la pioggia è stata continua ma non battente. Peraltro gli alvei principali erano stati sufficientemente puliti e quindi il deflusso è avvenuto con efficacia.

Qualche frana di costoni, sempre figlia della insufficiente regimazione idraulica delle strade , di tutte senza alcuna eccezione, sia per aspetti correlabili alla realizzazione, che ad altri correlati     alla progettazione disattenti.

Qualche problema invece lo ha dato l’esondazione del torrente Corallo, un torrentello sconosciuto ai più, ma che la forte pioggia ha fortemente rinforzato.

Non sarebbe successo niente, con ogni probabilità, se il deflusso nella parte finale fosse stato totalmente assicurato.

Ed invece il tappo formatosi, all’altezza della variante della SS18 ha indotto l’esondazione e l’allagamento dei terreni a sud del corso d’acqua .

Qui insistevano alcune case, magazzini abitati e magazzini deposito che sono rimasti allagati con notevoli danni alle cose.

Allagata anche la rotonda per la Tonnara Coreca ed il sottopasso delle ferrovie, con temporaneo isolamento della contrada e delle attività alberghiere che vi insistono.

Pronto l’intervento della Polizia Municipale presente con i vigili Policicchio e Provenzano che hanno assicurato il controllo del traffico.

Nel prosieguo sono giunti per attività di controllo i Carabinieri della locale stazione.

Tempestivo ed efficace l’intervento del personale comunale guidato dal coordinatore Rocco Cima con automezzi anche speciali che hanno assicurato il deflusso delle acque fino al mare.

“Non è la prima volta che accade- ci ha dichiarato il proprietario dei terreni e dei manufatti allagati signor Bossio Geniale. Si impone una maggiore attenzione su questo problema per evitare che i miei beni continuino a subire danni”.Amantea 22.01.2013

Leggi tutto... 0

No! Non è uno scherzo carnevalizio. Il comune ha partecipato al comitato Brusco la liquidazione del contributo per la realizzazione dei carri carnevalizi della edizione del 2012. Meglio tardi che mai!

Questa notizia ha dato coraggio al comitato che ha deciso di anticipare anche il costo dell’allaccio della energia elettrica al capannone di Acquicella, la cui disponibilità è indispensabile per la realizzazione dei carri per il 2013.

Difficile che si riesca a fare qualcosa di importante, ma forse provarci è importante. Tanto i giovani ci sono e la voglia pure.

E così , ormai è certo il comitato Brusco volendo mantenere fede all’impegno con la città ha deciso di fare comunque il carnevale, indipendentemente dal numero e dalla qualità dei carri.

Qualche problema per i carri di Campora SG, anche questo da tempo in corso di realizzazione ed ora sospesi per via della antica e mai doma “querelle” tra i due centri abitati.

Non si escludono soluzioni. Un grande carnevale ad Amantea anche con i carri di Campora. Un carnevale double face con sfilate sia ad Amantea che a Campora. E perfino due distinti carnevali( minori ovviamente).

Di certo è che l’amministrazione tenterà una sia pur tardiva mediazione.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy