BANNER-ALTO2
A+ A A-

vincenzo2020
Stamani mi sono recato al Comune di Amantea, ho buone ed importanti notizie da dare alla città.
1- Scuola Media Mameli; è pervenuto finalmente il progetto esecutivo della RTP di Verona, ora in tempi brevi sarà inviato al soggetto verificatore – IN /ARCH di Milano-  per la preventiva validazione per come stabilito dal codice degli appalti- art. 26 –D.Lgs. 50/2016-
Entro il mese di Ottobre, se non ci saranno imprevisti, mi è stato riferito,  partiranno le procedure di affidamento dell’appalto dei lavori.
Grazie al finanziamento accordato dalla Regione pari a 5.914.731,57  milioni di euro; il progetto si realizzerà prima con la demolizione del vecchio edificio e poi con la ricostruzione della nuova struttura scolastica.
Amantea avrà certamente un nuovo edificio scolastico all’avanguardia ad elevate prestazioni energetiche ed elevata sicurezza sismica.
2- Sede vecchio Municipio; è stata fatta la consegna dei lavori parziali per i lavori di ristrutturazione del vecchio edificio del centro storico, i tempi dettati dal crono programma per la consegna sono di circa 9 mesi.
3- Parcometri; nei giorni scorsi avevo sollecitato di velocizzare la procedura per l’avviamento della gara d’appalto. Oggi mi è stato riferito che stanno pregando la documentazione per indire la gara per l’affidamento del servizio.
4- Lungomare; ho sollecitato una verifica sulla disponibilità della quota parte rimasta nei bilanci comunali, del famoso mutuo di 2 milioni e 500 mila euro destinato alla realizzazione del nuovo lungomare. 
Notoriamente, quasi la metà di tale importo, venne girato dall’amministrazione Sabatino, per la realizzazione di altre opere ritenute all’epoca dei fatti più urgenti.
L’idea che si vuole perseguire per la ristrutturazione del lungomare, è quella di utilizzare le risorse riconosciute dalla protezione civile a seguito della calamità del dicembre scorso, con il residuo del mutuo, a patto che tale residuo esista ancora e sia presente nelle casse comunali.
5- Strada alternativa di collegamento per località Camoli; i questi giorni mi è stata segnalato che la strada secondaria individuata per raggiungere Camoli, presenta in alcuni tratti delle criticità, per tale ragione ho chiesto di effettuare un intervento di pulizia e di rimozione del terreno di riporto con il mezzo meccanico Terna, che con molta mi è stato confermato che verrà effettuato in questa settimana.
Il caldo non ci ferma, portiamo avanti insieme il nostro progetto civico “NOI PER AMANTEA”

Pubblicato in Politica

chianuraCrolla il solaio di un’abitazione il proprietario fa un volo di cinque metri.

Il cedimento è avvenuto in largo chianura al civico 4 e ha riguardato il primo piano di un vecchio immobile.
Una tragedia sfiorata: l'uomo, proprietario dello stabile, di origine Amantea ma residente a Roma, abita per le vacanze estive al piano terra, e delle informazioni che abbiamo ricevuto in redazione, è stato soccorso inizialmente dai propri familiari increduli dell'accaduto, immediati i soccorsi sono giunti oltre al 118 anche i vigili del fuoco ed i Carabinieri di Amantea.

E' accaduto poco prima delle 11 di questa mattina e i pompieri sono subito giunti sul posto dopo la chiamata del 118.
La zona è stata delimitata  con transenne e, in via precauzionale, sono state isolate alcune linee di gas e luce.
Poi, si è resa necessaria anche la provvisoria l'evacuazione di alcune case vicine per eventuali danni ai palazzi in prossimità.

Alcune famiglie hanno dovuto, dunque, abbandonare provvisoriamente la propria abitazione e vi potranno fare ritorno solo dopo che saranno ripristinate le condizioni di sicurezza.
Il piano dell'immobile interessato dal cedimento del solaio è al momento sotto la lente d'ingrandimento dei vigili del fuoco, alcune grosse crepe potrebbero aver compromesso la stabilità della struttura.
Le condizioni dell'uomo sono fin da subito apparse serie, ma pare, non sia in pericolo di vita.
Vi terremo aggiornati.

Pubblicato in Primo Piano

sede-sorical
Per più residenti ad Amantea nella zona di Santa Maria, oramai l'acqua è un bene di lusso ed è diventata una spiacevole abitudine non vederla scorrere regolarmente.

 

Una diminuzione della portata che sembrava essere stata risolta alcune settimane fa dopo un grosso mandato che il Comune di Amantea aveva fatto alla Sorical.

 

La pressione dell'acqua è molto bassa, con la conseguenza che dai rubinetti l'acqua fuoriesce a singhiozzo.

 

Abbiamo interpellato i tecnici del Comune che ci dicono che hanno alzato la pressione al massimo, ma la problematica non è stata risolta.

E' probabile che la Sorical non abbia aumentato la portata complessiva dell’acqua destinata al Comune di Amantea, come ogni estate, non ne sappiamo la motivazione probabilmente o non ne è stata richiesto l’aumento oppure non è stato adeguatamente corrisposto il pregresso con il fornitore Sorical, speriamo di saperne nuove al più presto.

 

Inoltre l'acqua che d'improvviso cessa di uscire dai rubinetti ha cambiato anche i comportamenti dei residenti :

“Io tengo in casa una tanica da venti litri perché oramai rimanere senz'acqua sembra essere diventata un'abitudine” .

“io dormo sul divano, mi metto la sveglia alle due, faccio la doccia di notte perché almeno la caldaia attacca, e dopo vado a letto”.

 

Che la rete di Amantea sia in colabrodo non è una novità, come senza nessun dubbio di essere smentiti lo è quella di quasi tutti i Comuni medio/grandi in Calabria.

I fondi sono sempre meno, inversamente proporzionale ai cittadini che evadono e sono pochi quelli che pagano le tasse, un cocktail esplosivo.

Un problema che la Commissione Straordinaria ha l’obbligo di risolvere, almeno morale, quello che nessuno politicante ha mai avuto il coraggio di fare, per non parlare della tasi.

Auguri Amantea

 

Pubblicato in Primo Piano

covid amanteaSul sito on-line di Repubblica che vi segnaliamo con il link in basso la videodenuncia del ragazzo pakistano malato di Hiv:
"Chiuso nel Cara per errore: aiutatemi"
Mian Nadeem Abbas, pakistano, da anni abitante di Amantea, con un regolare permesso di soggiorno, è stato trasferito per errore nelle strutture di quarantena accanto al Cara di Isola Capo Rizzuto, nei pressi di Crotone.
Motivo?
Era di fronte alla struttura di Amantea che per qualche giorno ha ospitato un gruppo di sopravvissuti ad uno sbarco, in seguito spostati a causa delle proteste che hanno bloccato il paese, e anche lui è stato costretto a salire sul pullman che trasferiva i migranti a Isola Capo Rizzuto. Nonostante abbia mostrato a tutti i suoi documenti, da giorni si trova nella struttura che ha filmato nel video inviato repubblica.it, senza sapere perché.
Sieropositivo e affetto da epatite B e C, quando ha capito che i suoi compagni di viaggio erano stati in contatto con positivi al Covid 19 ha iniziato ad avere paura.
Perché per lui, con un sistema immunitario compromesso, il coronavirus può essere mortale.
Negli audio inviati a Repubblica, di cui ascoltiamo un estratto, chiede: "Aiutatemi, sembra che mi abbiano arrestato"

https://video.repubblica.it/cronaca/la-videodenuncia-del-ragazzo-pakistano-malato-di-hiv-chiuso-nel-cara-per-errore-aiutatemi/364298/364854?videorepmobile=1

Pubblicato in Cronaca

ladro-in-casaAd Amantea occorrono più forze dell'ordine, lo diciamo da anni, soprattutto durante i mesi estivi, dove la popolazione aumenta se non raddoppia il numero e dove i furti nelle case sono all'ordine del giorno.
Da una segnalazione arrivata poco fa in redazione abbiamo avuto la certezza che questa mattina su Campora San Giovanni c'è stato un furto in un appartamento, ad aver perpetrato il furto pare siano state cinque persone vestiti in abbigliamento da mare, in una Golf di colore blu elettrico, nel caso qualcuno li noti è consigliabile contattare le forze dell'ordine.
Nella nostra città i furti nelle abitazioni private sono in continuo aumento, lo registrano i dati in possesso delle forze dell'ordine, quali azioni sono allo studio dell'Amministrazione Straordinaria per contrastare questo problema che mette a rischio la sicurezza dei cittadini?
Su questo problema, che ad onor del vero non riguarda solo Amantea ma tutto il litorale Tirreno Cosentino, settimana scorsa c'è stata una riunione in Prefettura.
Ricordiamo che per quanto concerne l'ordine pubblico la competenza delle forze dell'ordine è prerogativa del Prefetto.
Speriamo che nell'incontro che a breve, il Prefetto avrà a Roma, chiederà più personale per la tutela della sicurezza nella nostra città.
La Polizia Locale collabora con le forze dell'ordine, ma gli atavici problemi della carenza del personale a disposizione della polizia locale di Amantea non dà alcuna sicurezza ne su interventi tempestivi e ne di indagine.

Pubblicato in Primo Piano

com lazOrmai la notizia è ufficiale, i 13 Pakistani trasferiti sabato scorso nella struttura di accoglienza di Amantea, affetti da Codiv 19, verranno trasferiti nel centro militare del Celio di Roma, dove verranno sottoposti a tutte le cure necessarie.

In questa triste vicenda non ci saranno né vinti e né vincitori, rimarrà solo la delusine di una comunità lascia sola a preservare il proprio territorio e il dramma di quei poveri migranti, vittime di scelte insensate e illogiche, frutto di interessi economici che ruotano attorno al fenomeno dell’immigrazione.

Certamente la scelta di una protesta vibrante non sarà stata condivisa da tutti, ma se non ci fosse stato questo “risveglio” delle coscienze, probabilmente la vicenda non si sarebbe chiusa in questo modo.

Io sono dell’avviso che il caso “Amantea” farà emergere gravi responsabilità nella gestione dello sbarco a Roccella Ionica. Ordini dall’alto senza un minimo di scrupolo che hanno mortificato la nostra comunità che a fatica, in questo periodo estivo sta risalando la china dopo la serrata del Lokdown.

Sono fortemente convinto che se non ci fosse stata la protesta pacifica di Amantea, altre citta della Calabria, al prossimo sbarco, avrebbero subito ugualmente decisioni incaute volte a mortificare il territorio e tutti i calabresi.

Amantea ha lanciato un tema molto delicato che è quello della corretta collocazione dei migranti nelle strutture di accoglienza, che spesso sono dei “lager” autorizzati.

Sarò accanto ai cittadini di Amantea per condividere questo momento, con compostezza e senza “toni trionfalistici”; non dimentichiamolo che i 13 Pakistani sono sempre esseri umani come noi e sulla pelle delle persone non si può gioire!!

Ancora grazie a tutti!!

                                                                                                                                                       Vincenzo Lazzaroli

Pubblicato in Italia

paoloÈ appena arrivata in redazione l'indiscrezione che oggi pomeriggio alle 16:30 si terrà presso la Prefettura di Cosenza una riunione urgente per l'ordine pubblico, come unico punto all'ordine del giorno, sarà previsto il trasferimento immigrati positivi al coronavirus da Amantea in centri covid autorizzati.
A seguito della esposizione mediatica collegata alle trasferimento presso il centro immigrati di Amantea dei 13 positivi al coronavirus la Prefettura di Cosenza sta cercando soluzioni alternative immediate, si parla dello spostamento degli immigrati positivi al coronavirus presso i centri di Cosenza e Cetraro attrezzate a supportare malati covid.
Si sta valutando anche l'ipotesi, in base alle eccessive proteste della popolazione in merito a quest'ultimo trasferimento, di trasferire tutti i 25 immigrati presso altri centri, si valuterà nelle prossime ore la possibilità, quindi, quanto mai divenuta impellente di trasferire tutti gli immigrati.
Vi terremo aggiornati

Pubblicato in Primo Piano

oggi

Un furgone, dedicato al trasporto di genere alimentari, stamattina ha imboccato contromano un stradina che porta da via Vittorio Emanuele a via Nuova provocando un brutto incidente.

 

Un nuovo brutto incidente stradale, quindi, si è verificato nella prima mattinata di oggi in via nuova, un problema, quello degli incidenti in quella via, una ventina negli ultimi cinque anni, che si pensava potesse essere stato definitivamente risolto.


Un furgone, dedicato al trasporto di genere alimentari, stamattina ha imboccato contromano un stradina che porta da via Vittorio Emanuele a via Nuova, non fermandosi allo stop, perche non esiste più da quando l’Amministrazione Pizzino ha invertito in quella via il senso di marcia, ha violentemente impattato contro un auto che proveniva da sud, l’auto a sua volta ha carambolato prima contro un auto parcheggiata in prossimità dell’intersezione e poi è finita contro un portone di una abitazione danneggiandolo gravemente.

 

Questa la prima ricostruzione dei fatti, dove il conducente del furgone avrebbe distrattamente imboccato una strada contromano.

Immediato l'intervento delle forze dell’ordine con due pattuglie dei Carabinieri della locale stazione di Amantea e successivamente una pattuglia della locale Polizia Municipale allo scopo di ricostruire l'esatta dinamica del sinistro.

 

Voci non confermate danno un avvenuto sequestro di un dei veicoli convolti perche, pare, sprovvisto di copertura assicurativa, se confermato sarebbe un fatto gravissimo ma che solleva una problematica già ampiamente conosciuta in città, ovvero la mancanza di assicurazione di furgoni, auto e moto.

 

Pubblicato in Primo Piano

Screenshot 20200705 085954 com.android.chrome

È bastato il più classico dei temporali estivi per vedere allagamenti in diverse zone della città, da via Baldacchini a via dogana, altezza scuole Manzoni, oppure in via Margherita.

Strade invase dall’acqua, automobili ferme tra le pozzanghere, una città bloccata per poche gocce d’acqua.

Ogni volta che in città piovono quattro gocce in più, si formano canali tipo Venezia.

Il problema va avanti da anni, in condizioni normali è legato, per la nostra redazione, alla mancanza pulizia dei condotti di scolo dell'acqua piovana, il traffico veicolare in queste situazioni diventa problematico, con la Polizia Municipale che chiude le strade col il nastro rosso, e se non hai un mezzo anfibio rischi di restarci.

Come sempre accade in questi casi i social hanno fatto da cassa di rinonanza.
E la rabbia si è trasformata in polemica, perché molte buste di rifiuti lasciate dai cittadini per strada, si sono trasformate in vero e proprio tappo per tombini e bocche di lupo, finiti occlusi dalla spazzatura.

Molti nostri concittadini, purtroppo, non hanno ascoltato l'invito della Commissione Straordinaria a tenere i rifiuti nelle proprie abitazioni, e la mancata verbalizzazione da parte della Polizia Municipale della negligenza e strafottenza dei cittadini ha fatto sì che tutto ciò sia successo.

Eloquenti le immagini ed i video diffusi da un abitante di via baldacchini che in otto minuti ha mostrato come, semplicemente liberando i tombini dalle cartaccie, l'acqua defluisse.

Piccole negligenze possono generare a volte grandi problemi, l’incuria a cui sembra siano rassegnati i nostri concittadini è frutto non solo dell’inefficienza e dell’irresponsabilità, ma anche della mancata indignazione della gente.

 

di seguito link di video trovati sui social

 

https://www.facebook.com/100003186930103/posts/3039065536209648/

https://m.facebook.com/profile.php?id=1090110725

Pubblicato in Primo Piano

calcio2020Muore a 24 anni durante la partita di calcetto.

Il piccolo paese di Belmonte Calabro è scosso per l'improvvisa scomparsa di uno loro ragazzo di 24 anni.

Il ragazzo è stato colpito probabilmente da un infarto mentre stava giocando a calcetto con gli amici nel campetto sintetico, ancora in fase di ultimazione, di proprietà del Comune di Amantea, nella grande frazione di Campora San Giovanni.

La tragedia si è consumata nella tardo pomeriggio di ieri, il giovane si è accasciato a terra mentre, al termine della partita di calcetto, stava chiacchierando con gli amici.

I compagni hanno subito chiamato i soccorsi dei sanitari del 118 che hanno cercato di rianimare in ogni modo il ragazzo per più di un ora, ma il cuore del ragazzo si è fermato inesorabilmente.

È una tragedia, una notizia terribile che non avremmo mai voluto apprendere, che colpisce l'intera famiglia, ma anche tutta la comunità Belmontese, una notizia che ci strazia il cuore e ci lascia increduli soprattutto per la giovane età del ragazzo.

Questa morte così fulminea coglie, purtroppo, tutti impreparati, come tutte le morti improvvise di un giovanissimo.

Pubblicato in Campora San Giovanni
Pagina 1 di 187
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy