BANNER-ALTO2
A+ A A-

Poche le armi della minoranza. Una di queste sono le interrogazioni e la loro più ampia diffusizione sulla stampa quotidiana e sui blog locali.

Ed è questa un’arma che la minoranza di Belmonte Calabro continua ad usare con intensità

Ecco le ultime due :

1)Oggetto:Interrogazione con risposta scritta inerente la manutenzione e la pulizia della Strada della Frazione Santa Barbara che collega il Rione Motta, del Comune di Belmonte Calabro.

Premesso che:

-          Alcuni abitanti dalla Frazione Santa Barbara ed in particolare del Rione Motta, del Comune di Belmonte Calabro hanno espressamente lamentato, via rete ,lo stato di abbandono in cui versa la Strada comunale che collega il Rione Motta nella Frazione Santa Barbara;

-          Detta strada non è stata oggetto ,da più tempo, di attenzioni da parte dell’Amministrazione Comunale per interventi di manutenzione e pulizia;

-          Le cunette della stessa strada sono piene di sterpaglie e di materiale da risulta per cui , nei giorni di pioggia ,l’acqua piovana si riversa ,inondandolo, sul manto stradale con conseguenti disagi per i cittadini residenti, nel percorrerla,rendendo la stessa strada insicura ,scivolosa e pericolosa

Tanto premesso, in forza del mandato istituzionale a me assegnato dall’elettorato belmontese, con la presente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 del Regolamento Comunale,

C H I E D O

             alla S.V. Ill.ma

  • intervento Urgente, non più oltre differibile, per una pronta manutenzione della strada Comunale della Frazione Santa Barbara che collega il Rione Motta ,del Comune di Belmonte Calabro;
  • attenta pulizia e bonifica delle cunette e del manto stradale;
  • Messa in sicurezza della stessa e posizionamento della cartellonistica stradale , per la salvaguardia e la tutela del cittadino utente .

Alle autorità a cui la presente è indirizzata per conoscenza ,ogni opportuna competenza.

Belmonte Calabro li …..10/01/2014                                                

2)       Oggetto:Interrogazione con risposta scritta inerente la manutenzione e la pulizia della Strada Vadi - Parte del Comune di Belmonte Calabro.

Premesso che:

-          Alcuni abitanti dalla Frazione Vadi del Comune di Belmonte Calabro hanno espressamente lamentato ,allo scrivente, lo stato di abbandono in cui versa la Strada comunale Vadi-Parte;

-          Detta strada non è stata oggetto ,da più tempo, di attenzioni da parte dell’Amministrazione Comunale per interventi di manutenzione e pulizia;

-          Le cunette della stessa strada sono piene di sterpaglie e di materiale da risulta per cui , nei giorni di pioggia ,l’acqua piovana si riversa ,inondandolo, sul manto stradale con conseguenti disagi per i cittadini residenti, nel percorrerla,rendendo la stessa strada insicura ,scivolosa e pericolosa

Tanto premesso, in forza del mandato istituzionale a me assegnato dall’elettorato belmontese, con la presente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 del Regolamento Comunale,

C H I E D O

             alla S.V. Ill.ma

  • intervento Urgente, non più oltre differibile, per una pronta manutenzione della strada Vadi - Parte del Comune di Belmonte Calabro;
  • attenta pulizia e bonifica delle cunette e del manto stradale;
  • Messa in sicurezza della stessa e posizionamento della cartellonistica stradale , per la salvaguardia e la tutela del cittadino utente .

Alle autorità a cui la presente è indirizzata per conoscenza ,ogni opportuna competenza.

Belmonte Calabro li …..09/01/2014                                                

                     Dr.Giancarlo Pellegrino             Consigliere Comunale di minoranza

Pubblicato in Belmonte Calabro

La minoranza del gruppo consiliare “Uniti per cambiare” contesta la omessa risposta da parte del sindaco nel termine regolamentare dei 30 giorni e chiede al Prefetto di intervenire. Ecco la nota:

Al Sig. Sindaco Comune di Belmonte Calabro      S E D E

E .p.c Sua Eccellenza Sig.Prefetto COSENZA

Oggetto:Regolamento Comunale Capo III Diritti dei Consiglieri Art.20

Il sottoscritto Dr. Giancarlo Pellegrino ,Capogruppo Gruppo Consiliare “Uniti Per Cambiare” presso il Consiglio Comunale di Belmonte Calabro,

Premesso che:

  1. In data 22/10/2013 ha presentato interrogazione a risposta scritta alla S.V. sui “lavori di costruzione e stabilizzazione della spiaggia antistante la frazione Marina - APQ - difesa del suolo-erosione delle coste”;
  2. Detta interrogazione è stata inoltrata ai sensi del Regolamento Comunale capo III Diritti dei consiglieri Art. 20;
  3. Il comma 4 dell’ articolo 20 recita:”Alle interrogazioni il Sindaco o l’Assessore delegato competente per materia dà risposta scritta entro 30 giorni dalla presentazione .
  4. Che alla data odierna il sottoscritto non ha ricevuto nessuna risposta all’interrogazione presentata in data 22/10/2013

Tanto premesso , ai sensi e per gli effetti degli articoli del richiamato Regolamento Comunale, con la presente

C H I E D E Alla S.V. il rispetto del Regolamento Comunale relativamente all’art.20 comma 4.

Significando che, in difetto, il sottoscritto si vedrà costretto ad intraprendere ogni iniziativa atta a tutelare tutti i diritti del supremo ruolo di Consigliere Comunale.

A S.E. il Prefetto di Cosenza, che legge per conoscenza, di voler predisporre quanto in sua competenza onde assicurare il pieno rispetto della legalità.

Belmonte Calabro li 04/12/2013

Dr. Giancarlo Pellegrino Capogruppo Gruppo Comunale “Uniti Per Cambiare”

Pubblicato in Belmonte Calabro

Quando inizia la mensa scolastica?

Riceviamo e pubblichiamo la seguente interrogazione della minoranza al sindaco Bruno

“Gruppo Consiliare“Uniti Per Cambiare” Belmonte Calabro(CS)

Al Signor Sindaco Comune di Belmonte Calabro Sede

Oggetto: Interrogazione a risposta scritta ritardato avvio servizio mensa scolastica anno di riferimento 2013/2014-

Il sottoscritto Dr Giancarlo Pellegrino Consigliere Comunale e Capo Gruppo “Uniti Per Cambiare del Comune di Belmonte Calabro

Interroga

La S.V. in indirizzo sulla motivazione del ritardo dell’ avvio del servizio della mensa scolastica a tuttoggi 09/11/2013.

Chiede

Altresì di conoscere l’analitica dell’appalto, ovvero data di bando con relativi criteri,data di espletamento ,verbale di aggiudicazione e ditta aggiudicatrice con relativa somma impegnata e data precisa inizio servizio mensa.

Tanto su esposto al fine di dover dare giuste e dovute risposte ,ai tanti quesiti rappresentati dai cittadini interessati,ma soprattutto, anche per una esigenza di trasparenza di gestione amministrativa.

In attesa di un pronto ed immediato riscontro alla presente, distintamente .

Belmonte Calabro li 09/11/2013 Dr. Giancarlo Pellegrino Capogruppo “Uniti Per Cambiare”

Pubblicato in Belmonte Calabro

Sembra una maledizione quella che colpisce la rete fognante che da Belmonte Calabro trasporta la fognatura di Belmonte ed Amantea verso Nocera Terinese!

A parte i costi di funzionamento, ancora sconosciuti, a parte i costi di manutenzione, ancora sconosciuti, finora eravamo abituati ai guasti degli impianti di sollevamento che comportavano il riempimento delle vasche ed il riversamento della fognatura sui terreni circostanti.

Ma oggi il supplizio diventa ancora più pesante, quasi insopportabile.

Sembra che ora si rompano pure le tubazioni. Difficile, se non impossibile, crederci, ma lo abbiamo letto sulla ordinanza del sindaco di Nocera Terinese.

Parliamo della ordinanza n 132 del 3 novembre 2013, a frma del sindaco FF Vincenzo Macchione, nella quale si legge che la ditta THEMA impianti di Scalzo Maurizio, con sede a Sellia Marina, incaricata per la gestione della manutenzione ordinaria dell’impianto di depurazione consortile ubicato in questo Comune in località Marina De Luca e delle stazioni di sollevamento, ha comunicato il mancato funzionamento della stazione di sollevamento denominata NOC. 15 a causa della rottura delle tubazioni di mandata che convogli(a)no il liquame, proveniente da Amantea e Belmonte, presso il depuratore consortile predetto provocando la fuoriuscita dei liquami sulla pubblica Via, e che personale del comune di Nocera insieme al sindaco ff ha accertato la veridicità di quanto denunciato.

In sostanza il sindaco ff ha ordinato alla ditta

1) Thema Impianti di Scalzo Maurizio con sede a Sellia Marina, l’esecuzione di tutti i lavori necessari per il ripristino della stazione di sollevamento denominata Noc. 15;

2) Sculco Spurghi di Sculco Vincenzo, con sede a Caraffa in Via Kennedy, per il servizio di auto spurgo per un eventuale sversamento di liquami sull’area adiacente le stazioni di sollevamento denominate NOC.13 e NOC. 15;

3) Cabano Costruzioni srl con sede ad Amantea ( frazione Campora S.Giovanni) in Via Romagna, per il nolo a caldo di n. 1 automezzo fornito di gru, per le motivazioni descritte in premessa.

E di tanto ha dato comunicazione ai comuni di Belmonte Calabro ed Amantea che sarebbe bene acquisissero maggiori informazioni sui possibili costi da ribaltarsi su di essi.

Pubblicato in Lamezia Terme

Siamo sul lungomare di Belmonte calabro , dopo il Lido Pablo Beach e prossimi al “CLUB ONTARIO” di Franco Pate.

Tanti gli amanti della natura, gli attivisti del WWF, le mamme con i bambini, giovani e ragazze , stampa, gente comune, rappresentanti delle istituzioni

Arriva l’autovettura della Polizia provinciale da cui scendono due guardie che portano una scatola di cartone. Una normale scatola di Ace con l’adesivo del CIPR ( Comitato Italiano Protezione Rapaci).

Dentro un bellissimo Gabbiano reale recuperato ad Amantea e curato presso il CRAS di Cosenza.

Ecco sulla spiaggia uno dei responsabili del WWF di Belmonte lo ha in mano e, mentre decine e decine di astanti lo guardano, con attenzione, lo lancia lievemente in alto.

Il Gabbiano riassapora la libertà, si alza, gira intorno all’area, saluta i suoi amici e via con forza prende il volo diretto chissà dove.

Un volo deciso, ali che battono fortemente l’aria . Si dirige verso sud, lungo la battigia e scompare quasi subito ai nostri occhi

Pubblicato in Belmonte Calabro

Ogni volta che capita un incidente grave sulla SS18 vengono fuori riflessioni che appaiono così istintive, estemporanee da apparire inopinate.

C’è chi grida per l’alta velocità dimenticando che la statale 18 è una strada che unisce Salerno con Reggio Calabria, cioè l’intero Sud Italia ; una strada unica per tutta la costa tirrenica calabrese, che collega tantissimi comuni costieri , che collega agli ospedali, agli uffici pubblici, ai municipi.

C’è chi ricorda che quando nacque la strada si dispose una fascia di rispetto amoplissima che non venne quasi mai applicata così che le costruzioni vennero fatte quasi a ridosso e spesso senza marciapiedi

C’è chi segnala che il traffico pesante ( parlo dei Tir) è inaccettabile per una strada che ha due sole corsie sufficienti quando nacque ormai 50 anni fa ma non ora.

Ma sono tutte riflessioni che servono poco per giustificare l’ennesimo incidente mortale, l’ennesima tragedia.

Parliamo di un ottantenne , tale signor V.M., uso a camminare la mattina proprio sulla statale 18, dove oggi intorno alle 07.30 ha trovato la morte travolto da un SUV con alla guida l’incolpevole imprenditore locale sig G.O.

Difficile capire perché il sig V.M passeggiasse sulla SS18 essendo Belmonte Calabro dotato di uno splendido lungomare

Difficile capire perché ad un certo punto abbia attraversato la statale 18 finendo per essere travolto dal SUV( ma poteva essere qualsiasi mezzo in transito) . Una ipotesi è quella che poiché sembra stesse iniziando a piovere e volesse ripararsi dalla pioggia

Certo che la scena vista è oggettivamente drammatica e preferiamo non descrivervela ( in questo invitato anche dalle forze dell’ordine di non scattare fotografie) ma ci resta nell’animo( così come ai tantissimi curiosi presenti) il dolore del giovane nipote e la viva sofferenza dell’investitore che non sapeva darsi pace.

Poi l’arrivo del medico legale e la pietosa asportazione del corpo del povero pensionato che stamattina ha cessato la sua vita su una strada che forse non avrebbe dovuto percorrere.

Pubblicato in Belmonte Calabro

Belmonte Calabro. Oggi Venerdì 1 Marzo alle ore 17.00 aprirà a Belmonte Calabro CS in via Carlo Pisacane,17, il primo Sportello Cooperfin SpA in Calabria.

Cooperfin SpA intermediario finanziario ex art. 106 del T.U.B, con oltre 400 agenti sul territorio nazionale, 12 mila contratti di finanziamento stipulati nell’ultimo anno ha un ambizioso piano di espansione con l’obiettivo della quotazione in borsa, dimostra di mettere al centro della sua attenzione le imprese e le famiglie calabresi. L'obiettivo è fornire soluzioni finanziarie adeguate, in un momento particolarmente difficile dell’economia mondiale.

Il core-business della Cooperfin Spa, ha dichiarato l’amministratore delegato Marano, si basa su motivazioni fortemente etiche, accanto all’immancabile e fondamentale consulenza finanziaria finalizzata all’individuazione della soluzione più adatta alle esigenze del cliente, con lo studio e la proposta di una vasta gamma di prodotti finanziari ad hoc che affiancano ai tradizionali prodotti finanziari,come il conto corrente on-line, il prestito ordinario, la cessione del quinto, i mutui i leasing, un nuovo prodotto finanziario per la realtà calabrese: il Prestito su Pegno. Si tratta di un prodotto che la società ha studiato per la sua clientela, e che fornisce anche in outsourcing ad altri istituti finanziari partner. Con il Prestito su Pegno e con oltre 8 milioni di euro erogati, CooperFin ha perseguito le sue finalità etiche ed è entrata a far parte degli istituti che erogano il microcredito sociale anche grazie alla partnership con Finetica Onlus e con l’Ente nazionale per il microcredito. “Nel 2012 ha proseguito Marano, abbiamo attuato la fase propedeutica dell'espansione commerciale della nostra rete di agenti, anticipando i competitors nell’applicazione delle disposizioni del D.Lgs. 141/2010 (riforma degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi) aggregando, in qualità di azionisti, società finanziarie e intermediari del credito e preparando la ramificazione distributiva multi prodotto. Nel 2013 si punta al raggiungimento di 500 agenti per avere una rete distributiva capillare e specializzata, nonché ampliare la gamma dei prodotti studiata su misura in base alle esigenze della Clientela sia retail che corporate”, ha concluso poi Marano. “Oggi siamo una public company ad alta capitalizzazione e con azioni dematerializzate ed accentrate presso Monte Titoli. Vogliamo continuare la fase di espansione sul territorio nazionale e con l’aumento di capitale, il nostro obiettivo è la quotazione in Borsa”.

 

Pubblicato in Belmonte Calabro

 

In aggiornamento( ore 22,31)

Sono le 21.55 ed ancora i siti del Ministero e della Prefettura non hanno pubblicato tutti i dati definitivi. Vi partecipiamo in sintesi i soli disponibili con impegno ad aggiornarli man mano.

Amantea(definitivi)

Bersani voti 2.122 percentuale 32,52

Berlusconi voti 1912 percentuale 29.30

Grillo Voti 1766 percentuale 27,06

Monti voti 465 percentuale 7,12

Ingroia voti 138 percentuale 2,11

Altri

Totale voti 6525 percentuale 100%

 

Aiello Calabro (definitivi)

Bersani voti 488 percentuale 54,22

Berlusconi voti 181 percentuale 20,11

Grillo Voti 146 percentuale 16,22

Monti voti 55 percentuale 6,11

Ingroia voti 6 percentuale 2,17

Altri

Totale voti 900 percentuale 100%

Serra D’Aiello (definitivi)

Bersani voti 114 percentuale 41,30

Berlusconi voti 77 percentuale 27,89

Grillo Voti 62 percentuale 22,46

Monti voti 11 percentuale 3,98

Ingroia voti 19 percentuale 2,11

Altri

Totale voti 276 percentuale 100%

Cleto(definitivi)

Bersani voti 189 percentuale 31,08

Berlusconi voti 224 percentuale 36,84

Grillo Voti 88 percentuale 14,47

Monti voti 70 percentuale 11,51

Ingroia voti 30 percentuale 4,93

Altri

Totale voti 608 percentuale 100%

Belmonte Calabro( definitivi)

Bersani voti 284 percentuale 34,63

Berlusconi voti 308 percentuale 37,56

Grillo Voti 146 percentuale 17,80

Monti voti 57 percentuale 6,95

Ingroia voti 11 percentuale 1,34

Altri

Totale voti 820 percentuale 100%

San Pietro in Amantea(definitivi)

Bersani voti 67 percentuale 25,86

Berlusconi voti 131 percentuale 50,57

Grillo Voti 45 percentuale 17,37

Monti voti 11 percentuale 4,24

Ingroia voti 2 percentuale 4,24

Altri

Totale voti 259 percentuale 100%

Lago(definitivi)

Bersani voti 470 percentuale 37,63

Berlusconi voti 447 percentuale 35,78

Grillo Voti 204 percentuale 16,33

Monti voti 79 percentuale 6,32

Ingroia voti 17 percentuale 1,36

Altri

Totale voti 1249 percentuale 100%

Longobardi

Bersani voti   percentuale

Berlusconi voti percentuale

Grillo Voti percentuale

Monti voti percentuale

Ingroia voti percentuale

Altri

Totale voti percentuale 100%

Fiumefreddo Bruzio(definitivi)

Bersani voti 288 percentuale 21,23

Berlusconi voti 669 percentuale 49,33

Grillo Voti 280 percentuale 20,64

Monti voti 66 percentuale 4,86

Ingroia voti percentuale

Altri

Totale voti 1356 percentuale 100%

Paola (definitivi)

Bersani voti 2009 percentuale 26,34

Berlusconi voti 2855 percentuale 37,44

Grillo Voti 1831 percentuale 24,01

Monti voti 548 percentuale 7,18

Ingroia voti 278 percentuale 3,64

Altri

Totale voti 7625 percentuale 100%

Pubblicato in Basso Tirreno

La vicenda è nota ed ha avuto un’eco nazionale.

Eppure tutto è nato dalla felice intuizione del luogotenente Antonio Nappi, comandante del gruppo radiomobile della compagnia di Paola.

Questi transitando sulla Statale 18 sulla sua auto notava che gli automezzi che lo precedevano rallentavano improvvisamente per il timore che gli automobilisti avevano dell’autovelox posizionato in una macchina non d’istituto a bordo strada.

Ed è da lì che è nata la felice indagine penale che ha portato al sequestro di più di 5 mila verbali, di sette autovelox e altrettante autovetture che venivano utilizzate per i rilevamenti elettronici, nonché di numerosa documentazione, come alcune delibere consiliari con le quali i comuni interessati avevano dato in gestione il servizio.

Sono nove le persone al tempo accusate in concorso di truffa e abuso d'ufficio: Francesco Emiliano Lio (46 anni), di Rende; Sergio Chiappetta (57) di San Fili; Gianfranco Chiappetta (55) di San Fili; Francesco Egidio Magnone (55) di Belmonte Calabro; Francesco Scilinguo (56) di Longobardi; Rocco Chilelli (57) di Longobardi; Vincenzo Aloise (44) di Fiumefreddo Bruzio; Carmine Petrungaro (63) di Fiumefreddo Bruzio; Settimia Storace (43), di Paola.

Lio venne indagato dai carabinieri in quanto proprietario dell’impresa Speed Control, concessionaria del servizio pubblico di rilevazione della velocità, che secondo l’accusa non sarebbero state eseguite con l’uso di segnalazioni preventive e ben visibili occultando o non mettendo bene in vista le macchinette; installando gli autovelox su vetture private anziché su auto della polizia municipale.

La indagine diede luogo alla ben nota sentenza del Tribunale di Cosenza (del 7/5/08) con la conseguente pronunciazione della Corte di Cassazione (sentenza n. 11131/2009) secondo la quale nascondere le apparecchiature di rilevamento della velocità integra la fattispecie del reato di truffa contro gli automobilisti.

Ora al via il troncone del processo . Il luogotenente Antonio Nappi è stato sentito dal giudice.

Molta la attesa nelle comunità per i riflessi che il processo ha per le migliaia di contravvenzioni elevate ed illegittime.

Pubblicato in Longobardi

Riceviamo e pubblichiamo al seguente lettera aperta della minoranza del comune di Belmonte

AUGURI BELMONTE,

ne hai tanto bisogno! Sei stato dimenticato anche dalla …….corposa maggioranza comunale.

Noi no, non ti abbiamo dimenticato; anzi, convinti del tuo bisogno, abbiamo anche pregato per un intervento Divino. Il Bambinello,però, ha altro a cui pensare.

Ci piange il cuore constatare che questo amato paese è, ormai, alla deriva economica, sociale, culturale ed amministrativa;tutto scorre in silenzio e nell’indifferenza e nessuno si accorge del minaccioso precipizio; tranne pochi s…fortunati e, magari, anche di paesi vicini!

Ma tu Belmonte, sei riuscito spesso a risollevarti e, soprattutto,a CAMBIARE; anche se poi……………..!

Noi ti preghiamo di farlo ancora per i tuoi figli, per te stesso!

Svegliati!!! Alza la testa e cerca di affrontare i tanti problemi che, purtroppo, nessuno affronta per Te! Organizzati per il tuo futuro!!!! Chi ti governa è distratto: ha altro a cui pensare…. Di certo non pensa ai tanti problemi dei cittadini che vivono nella nebbia dell’incertezza, della ristrettezza e della rassegnazione.

Nessun programma, nessun confronto democratico, nessun progetto di sviluppo!

Si pensa solo ad aumentare le tasse che, purtroppo, bisogna amaramente pagare

Triste considerazione ma veritiera; siamo tornati indietro di anni e stiamo scivolando verso il buio medievale!

BUONE FESTE

Dr Giancarlo Pellegrino

Pubblicato in Belmonte Calabro
Pagina 11 di 11
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy