BANNER-ALTO2
A+ A A-

Erano andati a Salerno a vedere le luminarie.

Guidava Luca Arlia e viaggia vano sulla sua mercedes.

All’altezza del bivio per Grisolia probabilmente hanno affrontato lo svincolo a velocità sostenuta toccado il cordolo ed uscendo fuori strada.

 

Ne è derivata una brutta carambola.

Dopo alcune piroette la mercedes è finita nell'area dove è in corso la realizzazione del lungomare.

I due passeggeri sono usciti dall’auto ed hanno fatto appena in tempo ad estrarre dall’auto l’autista affetto da una disabilità motoria.

 

 

Subito dopo le fiamme hanno avvolto in breve tempo il mezzo che dopo essere sbandato ha anche sfondato la protezione della rotonda.

I primi soccorsi sono stati offerti da altre automobili di passaggio.

Poi i tre sono stati trasportati in ospedale.

Le forze dell’ordine hanno effettuato i rilevamenti del caso.

Pubblicato in Belmonte Calabro

Non scherzavano gli amministratori di Belmonte Calabro quando sostenevano che la produzione di rifiuti espressa dalla loro cittadina risultava abnorme rispetto alla produzione media della popolazione belmontese.

 

Avevano ragione ed ora hanno deciso di farla finita.

E così hanno provveduto ad ispezionare centinaia di buste di spazzatura scoprendo nelle stesse lettere od altri atti indirizzati a cittadini amante ani ed anche di altri comuni.

Un vezzo incomprensibile ed inaccettabile di un rilevante numero di incivili che si rifiutano pervicacemente di effettuare la raccolta differenziata e quella porta a porta e che preferiscono raccogliere la spazzatura tale e quale e poi affidarla ad altri comuni od abbandonarla nell’ambiente.

Basta andare verso Potame, per esempio per scoprire centinaia di buste di spazzatura abbandonate ai margini della provinciale.

Ora il comune di Belmonte ha deciso di dire basta.

I vigili hanno documentato tutto ed hanno redatto i verbali di contravvenzione che ora sotto natale stanno per essere notificati.

Sono contravvenzioni salate .

Ma sono anche contravvenzioni cercate.

Sembra che a breve saranno inviate anche le centinaia e centinaia di contravvenzioni elevate dai vigili urbani di Amantea.

Non sarebbe un male.

Guai, infatti, se gli amanteani( ed altri) diseducati, invece di abbandonare i comportamenti incivili, cominciassero o continuassero a buttare la spazzatura sulle strade di Amantea, come in parte già stanno facendo, senza che siano loro elevate le dovute contravvenzioni e comminate le dovute sanzioni!

E non sarebbe nemmeno male che l’amministrazione cercasse di educare a comportamenti meno incivili i suoi abitanti!

Insieme agli Auguri di Buon Natale anche gli auguri di Buona Educazione Civile!

Pubblicato in Belmonte Calabro

Scrive Giancarlo Pellegrino capogruppo del gruppo consiliare Uniti per cambiare:

“Egregio Sindaco, mi sarei aspettato che oggi questo Consiglio avesse discusso sul mantenimento degli equilibri generali di bi lancio di questo Ente, ma, con stupore, constatiamo che tale argomento non è all’ordine del giorno !!!!

E’ superfluo evidenziare che l’assestamento - unitamente alla vecchia scadenza, ora riformata, del 30 settembre - è un momento importante per realizzare le opportune verifiche per gli equilibri di bilancio!!

Questo dovrebbe farci intendere che questo Comune ha i conti in equilibrio e che, soprattutto, non è necessario procedere, ai sensi dell’art.193 del TUEL, ad una verifica generale, ad un assestamento. Tutti i cittadini se lo augurano.

 

Ma in un Ente in cui non esistono controlli interni, o almeno non esiste un sistema di controlli codificato e validato, con gli uffici che non operano in modo integrato, il presunto equilibrio è solo un dato sperato.

Non vorrei che il mancato appuntamento dell’assestamento, dopo quello del riequilibrio, sia dovuto alla superficialità che, in materia, ha caratterizzato questa Amministrazione!  

Mi permetto di dire questo perché, nel corso di quest’ultimo anno, abbiamo assistito a Consigli riconvocati per correggere documenti approvati. Documenti, consegnati ai Consiglieri per le adunanze, differenti, così mi è stato giustificato, da quelli presentati in Consiglio per la discussione ….. e via discorrendo.

 

Ora, caro Sindaco, non le è sfuggito, certamente, che questo esercizio è l’ultimo amministrato dalla sua Giunta! Dico questo non solo per augurio pre-natalizio al nostro amato Paese, ma per evidenziare come sarebbe opportuno, anche nel rispetto della normativa ex articolo 147-ter, comma 2, del TUEL, effettuare un’attività di verifica sullo stato di attuazione dei programmi prefissati dalla Sua amministrazione per l’anno in corso. Non solo: tali controlli risulterebbero particolarmente rilevanti ai fini della predisposizione del DUP (documento unico di programmazione), documento fondamentale per la programmazione dei prossimi anni, da presentare al Consiglio entro il 31 dicembre (termine posticipato per l’anno 2015). Ci verrebbe da pensare che la verifica è stata evitata proprio perché avrebbe fatto comprendere l’inconsistenza del Vostro operato, avrebbe svelato tutte le opere incompiute e le ferite che questa Giunta lascerà sul nostro martoriato territorio!!!!

 

A proposito dell’approssimazione che ha caratterizzato questa amministrazione, vorrei segnalare che con l’armonizzazione contabile oramai in vigore, il nostro Comune procede con un Regolamento di contabilità desueto e confliggente con la legge in vigore!!!!

Ma per voi le regole e la Legge sono delle noiose perdite di tempo !!!!

A tal proposito :

1)         punto dell’o.d.g. n° 2: “Ratifica delibera di G.C. n° 69 del 12/9/2015: variazione di bilancio, approvazione .Il parere del revisore dei conti è senza data . La data la si può riscontrare all’interno della relazione; 12 settembre 2015 a firma del vecchio revisore dei conti Dott. Nicola Martire. Ma in data 9 settembre 2015 il Consiglio Comunale di Belmonte Calabro con Delibera n°25 approvava il seguente oggetto: “Revisore dei conti presa d’atto della trasmissione del verbale di sorteggio dell’On.le Prefettura di Cosenza ed inerente il Dott. Nucera Salvatore di Bova. Ratifica”. E su proposta del Sindaco, attesa l’urgenza, si votava, successivamente, per rendere l’atto immediatamente eseguibile. Mi chiedo : l’atto è legittimo?

In Consiglio il Sindaco ha tirato dal cilindro una supposta prorogatio del Revisore decaduto, in ragione di una esperienza acquisita sui conti dell’Ente!!! Ma stiamo scherzando? Ora ci inventiamo anche le norme per giustificare la vostra amministrazione nebulosa?

 

Insisto, non possiamo navigare a vista. Non possiamo sistematicamente violare le regole per tirare a vanti la carretta. Ci dispiace che tutti i Consiglieri presenti, di maggioranza e di finta-opposizione, con la sola nostra eccezione, annuiscano al volere del Sindaco, anche quando è evidente la inconsistenza della proposta.

Nella stessa delibera di variazione di bilancio si evidenziava una nota del Sindaco che comunicava la sua volontà di rinunciare a parte della sua indennità di carica, all’incirca 8.000 euro per essere poi devoluti a sostenere le spese per attività di volontariato. Mi chiedo: la rinuncia a delle spettanze può dar diritto allo stesso soggetto rinunciante di disporre a suo insindacabile giudizio alla destinazione delle stesse ad altri soggetti? Non si configurerebbe in capo allo stesso soggetto della disponibilità dei compensi con le conseguenze di legge impositive e contributive? Ma il punto non è solo di regolarità contabile. Riveste anche un grado di opportunità amministrativa, che la minoranza non può sottacere: le somme rese disponibili dalla rinuncia dell’amministratore potrebbero essere impegnate diversamente, tenendo conto delle reali urgenze ed esigenze della popolazione amministrata e non per destinarle al volontariato (che per definizione è gratuito: perché compensarlo?), problema, tra l’altro, che ha fatto sollevare sacrosante roventi polemiche. Non possiamo sottacere che la scuola dell’obbligo di Belmonte risulta carente di forniture di materiale necessario alla vita quotidiana (fra tutte la carta igienica, sic!) oltre al fatto che l’atavica mancata fornitura di gas metano per il riscaldamento dei discenti e del Personale tutto rende difficoltoso il normale svolgimento dell’attività scolastica.

 

2)Punto all’o.d.g. n° 3:Ratifica delibera di G.C.n° 71 del 12/9/2015. Variazione di bilancio .Modifica E.P.V. Approvazione.

Manca, totalmente, il parere del Revisore dei Conti. Eppure l’Art. 239 comma 1 lettera B/2 del TUEL recita che, per le proposte di “bilancio di previsione e verifica degli equilibri e variazioni di bilancio”, necessita obbligatoriamente il parere del Revisore dei Conti! Il parere non solo manca nel fascicolo dei documenti consegnati ai Consiglieri ( privati dalla necessaria conoscenza della materia) ma non si riscontra neanche negli atti del Consiglio del 28 novembre c.a.. Il Segretario e l’Amministrazione non sono stati in grado di renderlo disponibile per la discussione in seduta consiliare !!!

 

L’atto è stato approvato, ancorché privo di un documento fondamentale, con il mio voto contrario. Ritengo, pertanto, l’atto illegittimo e quindi non sanabile.

Questo è ciò che si verifica nel Comune di Belmonte Calabro. Una maggioranza che sistematicamente viola le regole e le leggi dello Stato. Una Minoranza che non vuole sostituirsi alla Maggioranza ma vorrebbe, per un rispetto ed un confronto democratico, con COERENZA - termine in disuso nel nostro Paese - che il funzionamento della Cosa Pubblica avvenisse in modo trasparente e cristallino evitando mezzi e mezzucci di bassa lega e di vecchia politica .

Scusate se chiedo troppo.

Il presente intervento sarà trasmesso agli organi competenti ed all’On.le Corte dei Conti, per il ripristino della legalità e della trasparenza amministrativa .

Si allega, alla presente, la mia Pregiudiziale che   partecipavo al Consiglio Comunale in data 09/09/2015

Belmonte Calabro li 01/12/2015   Dott. Giancarlo Pellegrino Consigliere Comunale di Minoranza

Pubblicato in Belmonte Calabro

TANTO TUONO’ CHE PIOVVE.

 

Da sempre, è risaputo, madre natura si sveglia dal lungo sonno letargico in primavera .A Belmonte,dopo lunga e stancante disamministrazione trentennale Bruno si assiste, increduli,al risveglio dei nostri amministratori in dicembre,ovvero in pieno inverno. Si apre il balcone del palazzo Comunale ed il Camerlengo,ciò a dire l’assessore decano, annuncia a tutti noi la lieta notizia:

 

Sta arrivando sul primo binario la “ RACCOLTA DIFFERENZIATA”. Si, proprio così !

Un semplice foglietto colorato con il quale si avvisa la cittadinanza che ,niente poco di meno , il 1° dicembre 2015 ,siamo al 27/novembre c.a.,dividiamo i rifiuti.

 

Non una particolareggiata informativa,non una sensibilizzazione del mondo scolastico e della popolazione tutta. Ci arriverà, tra domani e lunedì , tra testa e collo, direttamente a casa, il materiale informativo ed i contenitori da utilizzare nelle mura domestiche . E pensare che fino alla data odierna nemmeno a parlarne, anzi il Sig. Sindaco si ostinava ad affermare che la raccolta differenziata, per Belmonte ed i belmontesi, non era ne utile ne economicamente condivisibile anzi dispendiosa, (ma del dispendio del denaro pubblico il Sindaco si riferiva alle multe pagate per il non rispetto delle direttive Comunitarie), esponendo e riducendo il nostro adorato borgo ad assumere la più vergognosa delle figure barbine:

diventare la pattumiera comprensoriale del basso tirreno cosentino

Fatti documentati, non semplici parole e per giunta scritte malamente e sotto dettatura, come qualche sciocco sodale suole ripetere ad ogni piè sospinto. Di chi? Bhoooooooooooooooooo?

Gradirei essere smentito in merito !

La domanda che mi sorge spontanea per l’occasione è: ma la raccolta differenziata con quale personale verrà espletata? Dipendenti Comunale oppure altre soluzioni? A pensar male, a volte, ci si azzecca sempre. Forse, io maligno nell’animo, dico a me stesso: l’appalto verrà assegnato a qualche cooperativa amica per un ritorno propagandistico ed elettorale (facili assunzioni e segnalazione di personale votante, necessario all’espletamento del servizio e……………………….

 

Chi vivrà vedrà.

Intanto ci prepariamo al lieto evento, convinti che la sfida è ardua ed in salita, considerato che per bocca del nostro Sig.Sindaco presso una radio locale, la raccolta differenziata a Belmonte dovrebbe partire nei primi giorni del novello anno, ciò a dire gennaio 2016, smentendo di fatto lo sterile volantino distribuito ed affisso pubblicamente ma frettolosamente, con in bella mostra la data di inizio del servizio per il 1° dicembre 2015, augurandoci che tutto proceda per il verso giusto.

Al peggio oramai siamo assuefatti !!!!

Belmonte Calabro li 30/11/2015   Dott. Giancarlo Pellegrino Consigliere Comunale di Minoranza

Pubblicato in Belmonte Calabro

comuneSi è  giunti, stancamente, alla fine del mandato Amministrativo dell’Amministrazione Bruno,allargata e ristretta, e purtroppo lo scenario politico  non cambia affatto anzi, con rinnovato vigore, si ripetono le vecchie logiche clientelari che hanno caratterizzato un trentennio di  disastri gestionali, in barba alle più elementari politiche  di austerità e  di sacrifici per non gravare il tutto sulle spalle dei cittadini contribuenti.

 

Si continuano  a sperperare i soldi pubblici solo per  accaparrarsi il consenso di gruppi di  cittadini ignari che , al favore loro  elargito, e magari fortemente fatto pesare, corrisponde una reazione economica  a loro sconosciuta ma passivamente subita.

Facciamo qualche esempio per capirci qualcosa.

Si è provveduto da pochi giorni a questa parte ad espletare la gara di appalto per la costruzione di un nuova strada in Località Camoli i cui lavori sono già solertemente  iniziati . Parimenti la strada che collega Campo di Mare alla Frazione Santa Barbara versa in condizioni a dir poco pietose,abbandonata e particolarmente pericolosa per il cittadino utente.

Non era forse giusto  anche  consolidare l’esistente  mettendolo in sicurezza e rendendolo fruibile?

La frana in Località Cerzeto (Via G. Ianni ,Centro Storico ) è ancora lì .Giace sorniona e,soprattutto, convinta che di anni ne passeranno chissà quanti prima che qualcuno ci mette mano!!!!!!!!!

La lista si allunga a vista d’occhio.

Che ne dite della struttura così detta “La casa delle Monache in Piazza Senatore Del Giudice”?

E del “mercato coperto” nella Frazione Marina? Centinaia di migliaia di euro  mal spesi e opera lasciata all’oblio!

Per non parlare della così soprannominata “Casa di Barbie” capolavoro dei capolavori , abbandonato al suo destino ,come tutte le altre opere iniziate, che troneggia nella piazzola antistante l’Anfiteatro in Località Cervella.

Continuare nella lista delle opere iniziate e mai finite sarebbe cosa facile ma ci lascerebbe l’amaro in bocca.

Il Cittadino-Elettore saprà  riconoscere  gli ORRORI mastodontici dell’Amministrazione Bruno,allargata e ristretta, e valuterà l’opportunità di rimboccarsi le maniche,magari con un concreto e convito cambiamento,riscattando l’orgoglio sopito e  proiettando  Belmonte verso  obiettivi più concreti e consoni alla sua Storia di paese bello , amabile  ma  in....................possibile!

Belmonte Calabro li,11/10/2015                                                             

Pubblicato in Belmonte Calabro

L’assessore all’Ambiente della Regione Calabria in un intervento al Piana Eco Festival di Cittanova ha così dichiarato:”la gestione ambientale e dei rifiuti dopo il periodo di commissariamento deve ritornare alla normalità. Questo percorso prevede un'unica strada che guarda ad una rapida normalizzazione del settore,partendo dal potenziamento della raccolta differenziata sui territori e dal lavoro sinergico tra pubblico e privato” .

 

A Belmonte di raccolta differenziata manco a parlarne! Forse il termine è sconosciuto o poco simpatico al nostro Sindaco che, ancora una volta, dimostrando la sua poca lungimiranza e soprattutto sensibilità nei confronti del mondo ambientale ,(potremmo definirlo il Sindaco dal pollice NERO, per la vergogna!!) tartassa i cittadini vessandoli e costringendoli a pagare enormi e maggiorate tasse comunali.

 

Non possiamo neanche tralasciare il fatto che il nostro territorio comunale è diventato terra di conquista dei rifiuti dei cittadini dei paesi viciniori che ,nottetempo, scaricano enormi quantità di rifiuti nei nostri cassonetti ,soprattutto nella Frazione Marina, le cui spese di smaltimento dei molteplici quintali di rifiuti verranno a gravare sulle nostre tasche, ed anche il doppio.

 

Ma al danno anche la beffa;
L’Assessore Regionale all’ambiente ha anche affermato che “ stiamo lavorando molto sulle criticità del comparto ambientale e sulla modifica del corpo normativo in favore delle PREMIALITA!

 

Altro termine sconosciuto al nostro Sindaco. Per premialità si vuole intendere l’incentivazione dei Comuni virtuosi ed in linea con le direttive ambientali Regionali,Nazionali e Comunitarie.

Anche in questo ci distinguiamo. Il nostro paese,Belmonte Calabro , è in mora,e quindi costretto a pagare una penale , non avendo rispettato le direttive comunitarie in ordine alla gestione ambientale dei rifiuti! Belmontesi, e noi Paghiamoooooooooooooo!

 

L’Assessore Rizzo ha concluso il suo intervento dicendo:”Questa terra ci è stata data in prestito ,in attesa di restituirla ai nostri figli”.Noi ,quanto affermato dall’Assessore Regionale all’Ambiente, lo facciamo nostro e lo portiamo all’attenzione ed alla sensibilità(poca, direi )del nostro Sindaco che ha distrutto il nostro paese irrimediabilmente ,dicendogli che la partita che ci siamo giocati era decisiva e forse ultima spiaggia per poter garantire soluzioni adeguate ma sempre e comunque a salvaguardia e tutela del grave problema Ambientale.

Avremmo voluto più attenzione ed impegno. Abbiamo visto solo superficialità,prese di posizioni testarde ed inutili(Jnnari docet), costringendo la gente a pagare di più e relegando il nostro bel paesello ad essere l’ultimo della classe .

Riusciremo ad invertire la tendenza e fare di Belmonte il Comune sempre più verde e sempre più bello? Chi vivrà vedrà.

 

Belmonte Calabro li 16/09/2015     Dott. Giancarlo Pellegrino Consigliere Comunale di Minoranza

Pubblicato in Belmonte Calabro

Quannu ce vò, ce vo” sembra dire la nota del consigliere di Belmonte Giancarlo Pellegrino.

E non ha remore a diffidare ad adempiere e far adempiere il Prefetto di Cosenza.

Ecco nel testo le ragioni:

“S.E. Signor Prefetto COSENZA

Al Sindaco

Al Segretario Comunale

Al Responsabile di Ragioneria          Comune di Belmonte Calabro(CS)                                                          

Oggetto: Predisposizione documentazione definitiva completa dei pareri di legge   per approvazione Bilancio di previsione e pluriennale 2015/2017 . Diffida.

Il sottoscritto Dott. Giancarlo Pellegrino, Consigliere Comunale di minoranza del Comune di Belmonte Calabro, evidenzia, quanto già di Vostra conoscenza, che il Bilancio di previsione e pluriennale 2015/2017 dovrà essere approvato nei termini fissati dalla diffida pervenutaci dall’On. le Prefettura di Cosenza .

Il sottoscritto in data 01/09/2015 ha sollecitato le SS.LL in indirizzo di provvedere all’invio della documentazione completa e definitiva , corredata dei pareri di legge, nei termini indicati nel TUEL e nel Regolamento di contabilità.

A tutt’oggi il sottoscritto non ha ricevuto la documentazione completa per la discussione e l’approvazione, in Consiglio Comunale, del Bilancio di Previsione e pluriennale 2015/2017, convocato per il giorno 09/09/2015 ore 19.00 evidenziando, per l’ennesima volta, la scarsa sensibilità delle SS.LL in indirizzo nei confronti del supremo ruolo di Consigliere Comunale.

Verificatosi , ancora una volta, il   mancato rispetto dei termini indicati nel TUEL e nel Regolamento di Contabilità Comunale, avendo ricevuto la documentazione parziale e palesemente incompleta (parere del revisore, degli uffici competenti ecc. relazione approvata dalla Giunta Comunale ,ecc), il sottoscritto Dott. Giancarlo Pellegrino si vede costretto a segnalare tale grave inadempienza a S.E. il Sig Prefetto di Cosenza per il ripristino della legalità ed il rispetto delle norme che regolano il normale ,civile , corretto e rispettoso funzionamento della Cosa Pubblica .

Belmonte Calabro, lì 08 settembre 2015 Il Consigliere Comunale Dott.Giancarlo Pellegrino

Pubblicato in Belmonte Calabro

Scrive il consigliere di minoranza G Pellegrino sul Consiglio Comunale del 30/07/2015

“Punto 1. Il verbale della seduta precedente relativamente all’oggetto rendiconto esercizio finanziario 2014 non riporta ,nemmeno per punti prioritari , le criticità evidenziate del sottoscritto nella sessione di bilancio . Necessita riportare le criticità rilevate ed evidenziate e far riferimento al documento allegato per l’opportuno approfondimento. Altrimenti non si riesce a capire perché il mio voto è stato contrario.

Punto 3.Recupero Disavanzo Tecnico

In premessa voglio chiedere al Sig. Segretario ed al sig. Sindaco : Il dato è corretto? Perché da questo dato dipenderanno i bilanci dei prossimi 30 anni . Se il dato non è corretto rischiamo di ingessare l’attività amministrativa per molti lustri.

Avete fatto accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità per importi inferiori alle reali capacità di riscossione dei crediti che l’ente ha dimostrato in questi ultimi 5 anni. ( 80%) ?

Signori Amministratori vogliamo continuare a gestire la cosa pubblica con la superficialità dimostrata fino ad ora?

LA RIDETERMINAZIONE DEL DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE RISULTANTE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2015 ,A SEGUITO DEL RIACCERTAMENTO E DÌ DETERMINAZIONE DEL FONDO CREDITI DI DUBBIA ESIGIBILITA’ EVIDENZIATO NEL PROSPETTO ,(ALLEGATO 5/2 D.LGL 118/2011) RIPORTA UN DATO ERRATO OSSIA UN DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE di MOLTO INFERIORE RISPETTO A QUELLO CORRETTO, ALMENO COME DATO CONTABILE . UN ERRORE DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI EURO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!VERIFICHIAMO?

SE IL DISAVANZO NON E’ 200 BENSI’ 600 IL RAGIONAMENTO E’ CHIARO: SU OGNI BILANCIO PER I PROSSIMI 30 ANNI LA CIFRA DI RIPARTO E MAGGIORE.

L’accantonamento al fondo è stato calcolato in euro 603.461,82 ……… mentre il dato corretto dovrebbe essere presumibilmente di euro 1.000.759,86.

Per l’esattezza un errore di 397.298,04, altro che bruscolini ,all’incirca 800.000 milioni circa di lire del vecchio conio

Quindi , in ragione del dato corretto , il disavanzo tecnico sarebbe, il condizionale è d’obbligo, pari ad euro 664.763,85.

E’ inutile dire che anche questo disavanzo è ingannevole ……..poichè nella costruzione del fondo si è proceduto con delle medie inappropriate ossia si è proceduto all’aggregazione di mele con pere …… ……….quando sappiamo che le mele restano mele e non possono trasformarsi in pere .( sommati i crediti per tasu ,ici,acqua ecc.ecc.)

Se il disavanzo non è 200 bensi 600 il ragionamento è chiaro e limpido:su ogni bilancio per i prossimi 30 anni la cifra di riparto è maggiore

Ma al Comune di Belmonte tutto è possibile ed anche il contrario di tutto per espressa volontà divina .

A questo c’è da aggiungere che il riaccertamento dei residui sconta una errata applicazione del nuovo principio contabile nel riaccertamento dei residui , in parole povere un vero DISASTRO

Ad aggiungere disastro a disastro, valutando le carte che mi sono state consegnate , ci ha pensato bene il Segretario il quale ha convocato un Consiglio Comunale con all’O.D.G. il ripiano del maggior disavanzo di amministrazione derivante dal riaccertamento straordinario dei residui ,ai sensi dell’art.3,comma 16, del d.Lgs n° 118/2011, SENZA UNA RELAZIONE TECNICA che illustri e proponca come tale disavanzo debba essere ripianato , unitamente al parere obbligatorio del revisore. Come abbiamo detto manca la proposta di giunta per il RIPIANO. A questo c’è da aggiungere ,inoltre, che manca il parere obbligatorio del Revisore .Scusate se è poco.

Siamo nei termini oppure le mie precedenti rimostranze scritte e rimaste lettera morta, erano corrette?

Alla luce di quanto detto si chiede espressamente che tutti gli atti vengano trasmessi alla On.le Corte dei Conti di Catanzaro.

PER DICHIARAZIONE DI VOTO.

Pur rendendomi conto che il disavanzo tecnico lo abbiamo subito ,esiste una responsabilità diretta dell’Amministrazione Comunale e questa responsabilità dove è?

Certamente nella quantità ovvero nelle cifre .

Se i bilanci precedenti fossero stati corretti e non falsati , ma noi lo abbiamo sempre e comunque evidenziato salvo poi ad essere denigrati come incompetenti ,denigratori e sfascisti del buon nome dell’Amministrazione,avremmo avuto un deficit sicuramente minore. La non veridicità dei bilanci precedenti ha portato il nostro Comune da + 300 a - 200 per quanto affermato ,nelle carte dagli amministratori e dal revisore ,ma per noi il deficit è molto piu grande, ed il risultato è sotto gli occhi di tutti.

Gli avanzi fittizi negli anni hanno permesso di spendere delle risorse che l’ente non aveva in cassa. Prova provata è la cronica mancanza di liquidità e la costante necessità di anticipazione di tesoreria.

Il gruppo Uniti per Cambiare esprime parere negativo e pertanto voto contrario.

Belmonte Calabro li 30/07/2015   Dott. Giancarlo Pellegrino (Capogruppo “Uniti Per Cambiare)            

Pubblicato in Belmonte Calabro

belmontefurgoneMBelmonte Calabro - Sentir parlare della SS106 come la strada della morte spesso lascia ritenere le altre strade calabresi, come strade “tranquille”. Macchè!

 

Poche ore fa sul tratto della SS18 che attraversa il comune di Belmonte Calabro, nei pressi dell’uscita della prima galleria, un drammatico incidente.
Secondo le prime ricostruzioni un’auto per evitare di travolgere alcuni ciclisti che procedevano non in stretta fila indiana e che si trovavano proprio nella galleria non illuminata si scontrava con un furgone cabinato addetto al trasporto di alimenti che nell’urto si ribaltava sulla carreggiata
Alla guida della Mini Cooper una ragazza di Amantea, che procedeva verso Paola.


Il gruppo avrebbe riportato escoriazioni e ferite.

 

La ragazza veniva immediatamente soccorsa e è trasportata d’urgenza nell’ospedale di Cetraro per gravi ferite e fratture.

La Mini, tuttavia, sarebbe stata tamponata da una Nissan Note che nel frattempo stava sopraggiungendo.
Il traffico ha subito notevoli rallentamenti

beIlmonteM

Sul posto sono intervenuti gli operai dell’Anas per ristabilire il traffico lungo l’arteria statale.
Sono altresì immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco di Paola che hanno provveduto, tra l’altro, al recupero del furgone.

Presenti sul luogo dell’incidente i Carabinieri di Belmonte Calabro, coadiuvati da quelli di Amantea e da quelli del Nucleo radiomobile di Paola.
Sul posto anche la Polizia municipale di Belmonte Calabro

belmontealtrafotoM

Segue….

Pubblicato in Cosenza

Quasi 50 volontari di varie associa zioni hanno concorso a ripulire i fondali degli Scogli di Isca

A promuo vere la giornata “ Fondali Puliti” la Isca Diving con la collaborazione del Club Nautico Ontario, l’associazione Geo Meda, l’associazione Mediterraneo, il gruppo subacqueo paolano, l’associazione Frogmen-Diving Team.

A patrocinare la manifestazione il Parco marino regionale Scogli di Isca, il comune di Belmonte ed il comune di Amantea.

Sponsor Angotti nautica e 10 aziende private del territorio.

E’ stata presente con Viano di Puglia la protezione civile di Amantea.

Il ritrovo presso il Club Nautico Ontario con inizio alle ore 09.00

Alle ore 10.00 il briefing per la formazione dei gruppi e la preparazione dell’attrezzatura subacquea.

Alle ore 11.00 la discesa in acqua e l’inizio della raccolta dei rifiuti, in particolare rifiuti normali( contenitori di vetro, plastica e metallo)

Alle ore 12.30 rientro e debriefing e consegna dei rifiuti raccolti

Sul lungomare di Belmonte diverse buste di plastica contenenti i rifiuti raccolti.

Tra il tanto materiale anche uno scaldabagno inspiegabilmente finito ai piedi dei due mitici scogli

Abbiamo trascorso un po’ di tempo con gli amici sub i quali, tra il tanto, ci hanno riferito che tutto sommato i fondali sono molto più puliti che nel passato.

Straordinaria era la visibilità che ha permesso di cogliere tutti gli aspetti del fondale

Molto critica, al contrario, la situazione della mucillagine fortemente presente dappertutto ed in particolare sugli scogli .

Particolarmente critica la situazione dello splendido scoglio della limoncella fortemente pervasa dalla mucillagine

Pubblicato in Belmonte Calabro
BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy