BANNER-ALTO2
A+ A A-

Cosenza. La Polizia Stradale sequestra oltre 10 kg di cocaina durante un controllo sulla A2

Durante ordinari servizi di controllo e pattugliamento autostradale, un equipaggio della Sottosezione Polstrada di Cosenza nord ed uno del Distaccamento Polstrada di Paola, alle ore 12.15, in A2 carreggiata Nord, nei pressi dello svincolo autostradale di Cosenza Nord, effettuavano attività di verifica nei confronti di un’autovettura Mercedes classe A, condotta da D.M. Locrese del 1989.

L’irrequietezza del conducente del veicolo ed i suoi numerosissimi precedenti inducevano i due equipaggi all’approfondimento degli accertamenti.

Infatti, in un doppio fondo posto sotto il sedile anteriore lato passeggero dell’automobile, venivano rinvenuti e successivamente sequestrati 10 panetti accuratamente confezionati e sigillati contenenti cocaina, per un peso complessivo di 10,5478 kg

Al termine delle attività narrate D.M. veniva tratto in arresto per detenzione e trasporto di sostanza stupefacente.

Leggi tutto... 0

Violenza sessuale su una paziente, a giudizio pranoterapeuta cosentino.

La vittima aveva sporto denuncia ed erano scattate le indagini hanno portato al rinvio a giudizio.

È stato, infatti, rinviato a giudizio con l'accusa di violenza sessuale su una paziente, il pranoterapeuta cosentino di 55 anni che avrebbe prima sedato un'assistita, durante una seduta di massaggi, e poi abusato sessualmente di lei.

Lo ha deciso il presidente della sezione gip-gup del tribunale, Piero Santese, al termine dell'udienza preliminare.

I fatti risalgono al mese di ottobre 2018 quando P. D. una donna affetta da problemi cervicali, si era rivolta allo studio del massaggiatore per un ciclo di sedute.

Si era recata dal pranoterapeuta per sottoporsi ad una serie di sedute perchè aveva problemi cervicali ma si è ritrovata nel letto con lui, nuda e sporca di liquido seminale.

L’uomo, secondo l’accusa, l’avrebbe sedata con la scusa di farle bere un caffè e fatta addormentare; poi avrebbe abusato sessualmente di lei.

La vittima si sarebbe svegliata scoprendosi nuda e su un letto in un’altra stanza dello studio e non sul lettino dei massaggi.

Leggi tutto... 0

Noi calabresi paghiamo sempre le solite scelte sbagliate della politica calabrese, quali sono gli ATO corrispondenti ai territori delle province.

Province come quella di Cosenza che sono quasi una regione o più grandi

Come se fosse possibile mettere d’accordo 150 sindaci della provincia di Cosenza.

Sindaci che nemmeno si conoscono.

 

 

 

Sindaci dello Ionio e del tirreno.

Sindaci del pollino e della sila.

Come se fosse logico, facile, possibile inviare i rifiuti a 100-150 km di distanza

Era ben prevedibile che si corresse il rischio che i rifiuti restassero per strada.

Ma la cosa più vergognosa è che nessuno rileva e rivela il fallimento totale della politica regionale.

Non solo nella provincia di Cosenza (che è il caso più grave ed emblematico) ma in tutta la regione.

Troppo comodo tentare di inviare i rifiuti verso siti lontani.

La gente doveva e dovrebbe essere educata a capire che i rifiuti appartengono ai territori che li producono, così da essere istintivamente spinti a fare una raccolta differenziata altissima, correndo il rischio di mantenere nel proprio territorio i propri rifiuti

Ed è forse ridicolo che si tenti di risolvere il problema andando domani 12 settembre dal prefetto Paola Galeone.

Siamo in piena emergenza rifiuti, non basta correre per evitare che i rifiuti restino in strada.

Occorre ridurre le dimensioni degli ATO.

E’ inevitabile .

Che ognuno conservi ed elimini la propria spazzatura.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy