BANNER-ALTO2
A+ A A-

Dia antimafia Beni per oltre 10 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Catanzaro a Luigi De Luca, di 47 anni, imprenditore cosentino con interessi economici, prevalentemente nel settore della Grande distribuzione alimentare, con punti vendita al dettaglio dislocati in diversi comuni della provincia cosentina.

 

 

 

Il provvedimento, emesso dalla Sezione penale presso il Tribunale di Catanzaro, è scaturito da una proposta dal Direttore della Dia, Giuseppe Governale, nella quale sono confluite le risultanze di accertamenti svolti in un arco temporale compreso tra il 1997 ed il 2016.

Il Tribunale, che ha formulato per l’uomo un giudizio di “pericolosità sociale”, sottolinea il coinvolgimento di De Luca nelle operazioni “Plinius” e “Plinius 2” (blitz antimafia scattati tra il 2013 e il 2015, nell’Alto Tirreno cosentino), in cui avrebbe riportato due condanne; nella prima indagine pena di 8 mesi di reclusione, nella seconda 8 anni e 6 mesi (sentenze emesse dal Tribunale di Paola), pena questa poi ridotta di tre mesi in Appello.

Secondo gli accertamenti, spiega la Dia, è emersa una rilevante sproporzione tra beni individuati e redditi dichiarati da Luigi De Luca, nonché sufficienti elementi per ritenere gli stessi di origine illecita.

Il sequestro riguarda l’intero compendio aziendale e capitale sociale della ditta individuale “LD Discount di De Luca Luigi”, costituita nel 2010. Il capitale sociale ed intero compendio aziendale della società “Risanamento Immobiliare Srl”, costituita nel 2010. Il capitale sociale ed intero compendio aziendale della società “Calabra Distribuzione Srl”, costituita nel 2010; l’intero complesso aziendale dell’impresa individuale denominata Rinaldi Maria Antonietta, avviata il 2011.

Inoltre sono stati sottoposti a sequestro 21 terreni e fabbricati, costituenti anche il compendio delle società sopra indicate; sequestrati infine 4 rapporti finanziari e tre autoveicoli.

Leggi tutto... 0

Santa Caterina sullo Ionio (Catanzaro) - Due operai dell'azienda Calabria Verde si trovavano in montagna quando il temporale ha colto di sorpresa due persone nel comune del catanzarese di Santa Caterina sullo Ionio.

Un fulmine, secondo quanto si apprende, avrebbe folgorato uno dei due uomini che è deceduto.

L'altro operaio che era con lui è rimasto invece ferito.

 

 

 

Sul luogo della tragedia sono giunti i soccorsi, il 118, l’elisoccorso e i carabinieri per tutti gli accertamenti del caso.

In questa prima domenica di settembre, infatti, temporali stanno colpendo la Calabria.

La vicinanza del commissario di Calabria Verde

"Un operaio dell’Azienda Calabria Verde di 49 anni - R.F., originario di Caulonia - è deceduto oggi, intorno alle 12:30 in località Caterinella nel comune di Santa Caterina sullo Ionio.

L’operaio era impegnato nell’ambito del servizio antincendio nel territorio del Basso Jonio quando, in seguito alla pioggia, assieme al collega P.F. – che rimasto ferito, e ricoverato, non versa in pericolo di vita – riparandosi in prossimità dell’area dove svolgeva servizio di vedetta, è rimasto colpito da un fulmine.

Una tragica fatalità che ha stroncato la vita dell’operaio per il quale a nulla sono valsi i soccorsi".

I due per ripararsi dal temporale avevano trovato riparo in un casolare quando Franzé è stato improvvisamente raggiunto da una saetta.

I carabinieri stanno effettuando i rilievi del caso per stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

Questa la nota dell'azienda sull'accaduto.

I vertici di Calabria Verde e della Regione Calabria hanno espresso, inoltre, profondo cordoglio per il drammatico evento che ha visto coinvolto l’operaio, impegnato in una attività fondamentale come la prevenzione degli incendi.

Ad esprimere vicinanza alla famiglia, il commissario straordinario dell’Azienda Calabria Verde, generale Aloisio Mariggiò, il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio e il dirigente del settore competente della Regione, ingegner Salvatore Siviglia.

Ndr.Nessuno di loro, però, erano sul luogo dell’incidente.

Leggi tutto... 0

Paola (Cosenza) – Ha abbattuto un pregiato albero di faggio senza autorizzazione e, dopo averlo depezzato, ha caricato sul proprio autocarro circa 20 quintali di materiale legnoso ricavato dalla pianta.

Un cinquantaquattrenne è stato denunciato in stato di libertà a Paola dai Carabinieri Forestale con l’accusa di furto e deturpamento di bellezze naturali.

 

 

 

 

L’uomo, secondo quanto hanno appurato i militari, si è introdotto in un fondo di proprietà del Comune di Paola, in località “Bivio di Luta” per appropriarsi indebitamente del legname.

Il bosco dove è avvenuto il furto è un sito di importanza comunitaria (Sic) situato tra i comuni di Montalto e Paola.

L’attrezzatura utilizzata è stata posta sotto sequestro e il legname ricavato è stato consegnato al Comune di Paola, legittimo proprietario.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Paola

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy