BANNER-ALTO2
A+ A A-

Poste Italiane comunica che oggi 1 dicembre 2021 vengono emessi dal Ministero dello Sviluppo Economico due francobolli ordinari appartenente alla serie tematica “le Festività” dedicati al Santo Natale, al valore della tariffa B pari a 1,10€ per il francobollo con soggetto pittorico e al valore della tariffa B zona 1 pari a 1,15€ per il francobollo con soggetto grafico.

       Tiratura: trecentomila esemplari per ciascun francobollo.

       Fogli: da ventotto esemplari per ciascun francobollo.

I francobolli sono stampati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.

FRANCOBOLLO NATALE LAICO

Il bozzetto per il francobollo con soggetto pittorico è a cura del Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., Valerio Pradal, per il francobollo con soggetto grafico.

La vignetta per il francobollo con soggetto pittorico riproduce un dipinto di Bernardino Lanino dal titolo “Madonna in trono col Bambino tra S. Bernardino da Siena e S. Francesco”, detta “Madonna del cane”, esposta nel Museo Francesco Borgogna di Vercelli.

Completano il francobollo le leggende “MADONNA IN TRONO COL BAMBINO TRA S. BERNARDINO DA SIENA E S. FRANCESCO”, “BERNARDINO LANINO”, “MUSEO FRANCESCO BORGOGNA - VERCELLI”, “NATALE”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

La vignetta per il francobollo con soggetto grafico raffigura una mano nell’atto di scrivere “BUON NATALE” su un biglietto di auguri, in evidenza su una tovaglia da tavola costellata di casette innevate, classico paesaggio natalizio.

Completano il francobollo la leggenda “NATALE 2021”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B ZONA 1”.

Gli annulli primo giorno di emissione saranno disponibili presso l’ufficio postale di Padova centro e Vercelli centro.

I francobolli e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

Per l’occasione sono state realizzate due cartelle filateliche distinte per ogni francobollo, in formato A4 a tre ante, contenenti una quartina di francobolli, il francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, al prezzo di 15€ ciascuna.

Leggi tutto... 0

Iacucci-RamundoCome Provincia di Cosenza sosteniamo la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale per il Comune di Cerchiara a seguito del nubifragio verificatosi il 16 novembre. L’anomalo evento atmosferico ha provocato enormi danni ai cittadini e alle aziende del territorio, le strade sono state ricoperte da una coltre marrone di fango e detriti. Per fortuna non ci sono state vittime ma la bomba d'acqua, come ha ricordato lo stesso sindaco Antonio Carlomagno, è stata simile a quella di tre anni fa sul Raganello”. 

È quanto afferma il presidente della Provincia di Cosenza, Francesco Iacucci, che stamattina ha incontrato il vicesindaco di Cerchiara, Giuseppe Ramundo. 

Per esprimere solidarietà, è stata approvata una disposizione del presidente Iacucci a sostegno della richiesta dello Stato di calamità richiamando le deliberazioni di Giunta e Consiglio comunali con cui veniva avanzata la richiesta di riconoscimento dello Stato di calamità naturale. Copia del provvedimento verrà trasmesso alla Regione Calabria. 

 “La notte del 16 novembre siamo prontamente intervenuti a seguito del nubifragio che si è abbattuto su Cerchiara di Calabria e, il giorno dopo, i tecnici del Settore Viabilità, hanno effettuato un sopralluogo. In particolare, la Sp 162 è stata investita da alcuni smottamenti e da numerosi detriti anche di grosse dimensioni che hanno provocato danni al manto stradale. Con un tempestivo intervento di manutenzione - sottolinea il presidente Iacucci - è stato possibile evitare ulteriori danni alla circolazione; tuttavia, l’evento meteorico avverso potrebbe determinare l’aggravarsi di dissesti di versante già esistenti. Nello stesso tempo serve dare un supporto per il ripristino dei danni subiti, le forti precipitazioni hanno colpito anche strutture adibite ad uso agricolo con annessi disagi per gli animali presenti sul posto nonché strutture produttive e artigianali incidendo anche pesantemente sul tessuto economico produttivo del Comune”.  

Leggi tutto... 0

ALL COMUNICATO STAMPANell'ambito delle attività che prevedono una serie di controlli, anche nel periodo invernale, per prevenire l’inquinamento dei corsi d’acqua e del mare, predisposti su tutto il territorio costiero vibonese, di concerto tra il Procuratore della Repubblica Camillo Falvo e la Guardia Costiera di Vibo Valentia Marina, è stata posta in essere una ampia operazione di polizia ambientale condotta dai militari della Capitaneria di Porto, con l’ausilio dei funzionari dell'ArpaCal, i quali hanno proceduto al sequestro di due insediamenti produttivi,siti nella frazione di Porto Salvo del comune di Vibo Valentia,destinati ad attività di lavanderia industriale.

Nel primo caso, a seguito di mirati accertamenti tecnici, ilpersonale del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marinaha proceduto a porre sotto sequestro un capannone industriale di oltre 660 mq, all’interno del quale venivaesercitatal’attività di lavanderia industrialein assenza di autorizzazione unica ambientale di cui al D.P.R. n.59/2013. Nello specifico, i militari hanno accertato due centrali termiche, alimentate ad olio combustibileadalto tenore di zolfo,senza alcuna valutazione d’impatto sulle emissioni in atmosfera. Tali attrezzature venivano utilizzate per il riscaldamento delle acque di lavaggio, nonché per la produzione di vapore destinato alle operazioni connesse all’attività installate.

Sempre nella medesima area industriale di Porto Salvo i militari della Guardia Costiera,nell’ambito dei servizi di controllo e monitoraggio per la salvaguardia dell’ambiente marino costiero,hanno individuato e posto sotto sequestro una ulteriore attività di lavanderia industriale priva di qualsiasi autorizzazione sia in ordine agli scarichi delle acque reflue che per le emissioni in atmosfera prodotte dai macchinari impiegati nel ciclo di lavorazione.

Sul posto i militari hanno altresì rinvenuto cumuli di rifiuti non differenziati di varia natura e tipologia sempre riconducibili all’attività imprenditoriale, oltre che l’assenza di mezzi destinati all’estinzione di incendi o al soccorso controdisastrioinfortuni sul lavoro

Seguiranno ulteriori accertamenti per verificare che le condotte illecite, potenzialmente pericolose per l’ambiente e per la salute umana, non abbiano potuto determinare una contaminazioneo alterazione delle matrici ambientali.

L’attività della Capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina, sviluppata con il coordinamento della Autorità Giudiziaria di Vibo Valentia, ha consentito di portare alla luce gli ennesimi abusiperpetrati ai danni dell’ambiente, e si inseriscenelle numerose attività di polizia ambientale già condotte dai militari della Guardia Costiera che, ad ogni modo, continuerannosenza sosta a salvaguardia dell’ecosistema marino e costiero.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy