BANNER-ALTO2
A+ A A-

Aderendo alla nota dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni concludiamo il sondaggio tra i nostri lettori e ne ricordiamo le risultanze

Ricordiamo in via preliminare che non si è trattato di un sondaggio formale quanto di percezione dell’orientamento di interesse ed attenzione verso i principali partiti e loro raggruppamenti

Infatti erano indicati soltanto:

MOVIMENTO 5 STELLE

PD + SEL

PDL + LEGA NORD + LA DESTRA

LISTA CIVICA MONTI + UDC + FLI (

MOVIMENTO ARANCIONE + IDV + RIFONDAZIONE COMUNISTA

Sono state espresse 226 indicazioni così distribuite

MOVIMENTO 5 STELLE (37%)

PD + SEL (21%)

PDL + LEGA NORD + LA DESTRA (21%)

LISTA CIVICA MONTI + UDC + FLI (11%)

MOVIMENTO ARANCIONE + IDV + RIFONDAZIONE COMUNISTA (10%)

Leggi tutto... 0

Perviene e pubblichiamo la seguente richiesta della opposizione:

“Al Presidente del Consiglio Prof.ssa Monica Sabatino Amantea

Richiesta Convocazione Consiglio Comunale

     I sottoscritti Consiglieri Comunali di Opposizione sottofirmatari, vista l’impossibilità di poter conoscere la volontà dell’Amministrazione Comunale riguardo una serie di problematiche che, seppur discusse già in riunioni di Commissioni Consiliari, dove manca sempre o l’Assessore delegato, o il Vice Sindaco o il Sindaco stesso, per cui non si riesce mai a comprendere quale decisione prende l’Amministrazione o chi deve prendere l’iniziativa o chi non vuole prenderla o chi non è d’accordo sulle varie decisioni da prendere, ecc., chiedono ufficialmente, al Presidente del Consiglio, la convocazione di un Consiglio Comunale.

     I sottofirmatari chiedono lumi sulla concessione di un finanziamento per il completamento e messa in sicurezza del litorale località Coreca per un importo finanziato dalla Regione Calabria pari a 900mila euro. Finanziamento che va ad integrarne un altro sempre della Regione Calabria pari a 200mila euro. La Regione Calabria ha dato un termine ultimo, 19 giugno 2013, al Comune di Amantea per presentare un progetto approvato. Non si può parlare di Coreca e del suo meraviglioso scoglio come una attrazione turistica da valorizzare solo in campagna elettorale. In Commissione Consiliare alcuni componenti di maggioranza hanno accertato che con la devoluzione di questo mutuo alla Regione Calabria si può superare il problema del patto di stabilità.

   Oltre a questo chiedono all’Amministrazione il perchè ha bloccato il pagamento dei locali in fitto a carico dell’Amministrazione Comunale a partire del primo gennaio 2013. E’ vero che la spending revue e i tagli agli Enti Locali hanno creato problemi di cassa ma è anche vero per alcune associazioni importanti come per esempio l’AVIS di Amantea che, con il suo ruolo svolge un opera meritoria raccogliendo un enorme numero di sacche di sangue necessarie a salvare tante vite umane e dare un piccolo apporto alla già disastrosa Sanità Calabrese, avere un locale a disposizione è di notevole importanza visto che i soci, già di loro, svolgono un lavoro enorme “a proprie spese”. Lo stesso dicasi per l’Unitalsi.

   Inoltre non si capisce perché si è bloccato il pagamento del fitto concesso, tramite convenzione, alla Provincia di Cosenza per il mantenimento dell’Ufficio del Lavoro sito in Via Roberto Mirabelli. Convenzione firmata anni addietro tra il Comune e la Provincia, che ha riguardato anche la spesa di circa 100mila euro a carico della Provincia per ristrutturarlo nel 2008 e che oggi non è stata neanche avvertita di quanto avvenuto. Gli Amministratori sanno che l’Ufficio del Lavoro aperto ad Amantea svolge un lavoro per tutto il comprensorio amanteano, dove affluiscono gli utenti anche dei paesi vicini e nel momento in cui la Provincia non può potrà più usufruire di detti locali chiuderà il servizio rimandando il tutto all’Ufficio del Lavoro di Paola a discapito e con tutte le negative conseguenze per Amantea e dintorni. Gli Amministratori sanno che la convenzione con la Provincia per la presenza dell’Ufficio del Lavoro ad Amantea non è scaduta? Sanno che quando sarà, il non rinnovarla, avrà un ritorno negativo in termini di servizio e di tutto quanto di positivo ruota attorno a questo importante Ufficio Provinciale?

La convocazione di un Consiglio Comunale ci appare la più democratica e trasparente forma di richiesta possibile al fine di conoscere le intenzioni che l’Amministrazione vuole prendere per la risoluzione di questi problemi.

Distinti Saluti. Amantea, 5 febbraio I Consiglieri Comunali Dott. Giovanni Battista MORELLI, Prof. Antonio RUBINO , Rag. Giuseppe NESI, Sig. Franco CHILELLI

Leggi tutto... 0

Maria Antonietta D'Onofrio, nata nel 1957, vive e lavora come medico di famiglia a Pisticci( Mt) Autrice di poesie, racconti e romanzi, considera la lettura e la scrittura forze trainanti di salvezza e di crescita individuale e sociale.

Ha pubblicato due opere di narrativa:

"Ora aspetto la vita che mi cerchi" Arduino Sacco Editore (2008) e

"Il silenzio che racconta la vita e il rosmarino" Edizioni Progetto Cultura (2010), entrambe premiate in numerosi concorsi letterari.

I suoi scritti sono stati spesso spunto per dibattiti e conferenze in molte scuole e presso associazioni impegnate nella lotta contro ogni forma di violenza e per l’affermazione dei diritti umani. “Poeti di mandorla amara” è il suo terzo romanzo.

Terzo solo per cronologia, come ama affermare l’autrice, perché ogni nuovo romanzo è un esordio, un insieme di parole che aspettano di essere liberate dalle pagine per arrivare agli occhi di chi liberamente vorrà leggerle e, attraverso gli occhi, portarsele nel cuore. In questo tempo piccolo e frettoloso nel quale tutto si consuma all’istante, le parole dei libri sono impressioni che restano.

I protagonisti sono due ragazzi, Filomena e Angelo, alle prese con la propria visione del mondo, frutto di elevata sensibilità e consapevolezza della propria diversità. I due ragazzi, liceali negli anni ’70, si conoscono tra i banchi di scuola, e diventano amici condividendo parole e sogni. Lui desidera diventare uno scrittore, lei un medico. Si ritroveranno nella musica, nei colori della natura e negli scritti dei poeti, nei valori della vita che difendono l’identità di ciascun essere umano.

Solitudine e dolore sono infatti i sentimenti che delineano le personalità dei protagonisti del romanzo, uniti dai sogni che uniscono per un breve tempo le loro vite.

Il libro di Maria Antonietta D'Onofrio “ è una carezza a chi è vittima d’incomprensione, a chi cade nella rete della derisione, a chi è ostaggio del formalismo, a chi è prigioniero del pregiudizio, è un inno alla libertà del pensiero, un canto al diritto della diversità, un grido alla voglia di sognare”.

Leggerlo è una opportunità capace di soddisfare bisogni ancora non emersi, a vincere paure non decantate, a spogliarsi,anzi, di remore, fino a fare diventare due diversi, due eguali, fusi in una sola anima.

Se non potete comprarlo chiedete al comune di dotarsene.

Potete comprarlo online chiedendolo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy