BANNER-ALTO2
A+ A A-

Riccardo Clemente

Collaboratore dal 2009, da tempo ormai realizza insieme alla redazione articoli su Amantea, ma di fondamentale importanza è il ruolo di "informatore".
Splendidamente, infatti, raccoglie informazioni preziose su vicende locali ed in numerose  occasioni ha permesso la realizzazione di veri e propri scoop di cronaca locale realizzati dallo Staff del portale TirrenoNews.Info

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

impresaNegli anni della crisi gli italiani hanno dovuto rispolverare il coraggio di fare impresa, e data la scarsità di lavoro dipendente, hanno innescato un vero boom di liberi professionisti legati a nuove tipologie di lavori. Stando ai dati di Confcommercio, negli ultimi anni è cresciuto del 51,6% l’esercito dei nuovi professionisti indipendenti, mentre fanno registrare segni positivi di incremento anche i liberi professionisti (+14,8%) e quelli iscritti agli ordini (+5,8%).

La tendenza, vista la difficoltà nel trovare occupazione da lavoro dipendente, è quella di crearsi una propria professione, e a salire alla ribalta sono figure regolamentate, ma che non hanno un ordine, come le guide turistiche, informatici, i wedding planner, amministratori di condominio, consulenti tributari, designer, grafici e i formatori. Cresce negli italiani la voglia e necessità di inventarsi un proprio lavoro indipendente per garantirsi un’occupazione e un reddito accettabile, e grazie alla continua crescita e possibilità che il web offre, sono diverse le nuove figure professionali ricercate da privati e aziende. Internet offre diverse soluzioni sia per chi cerca un primo reddito, sia per coloro che vogliono arrotondare lo stipendio e fare soldi da casa. Grazie alle risorse e indicazioni offerte da portali editoriali esperti del settore come Intraprendere.net è possibile trovare il modo per fare soldi da casa, o per avviare una nuova professione, attraverso una serie di utili idee e consigli che permettono di generare un reddito primario o secondario. Data entry, finanza e investimenti, vendita online, professioni digitali, sharing economy, abilità personali, questi sono solo alcuni dei campi in cui Intraprendere mette a disposizione guide e indicazioni su come iniziare a guadagnare online seriamente.

Tornando ai dati pubblicati da Confcommercio, a livello geografico, il boom di nuove libere professioni si registra principalmente nel Mezzogiorno, dove si è registrato un calo degli occupati di oltre mezzo milione, tra il 2009 e il 2015, a cui si contrappone un aumento dei professionisti indipendenti del 73%. La ricerca pone in evidenza come siano più di 1,3 milioni i liberi professionisti, pari al 6% dell’occupazione complessiva, con un reddito medio pro capite di 38mila euro. La maggioranza di essi è iscritta ad un albo professionale o ad un ordine (983mila), con un reddito pro capite di 45mila euro, mentre le nuove professioni arrivano a toccare quota 344mila con un reddito medio pro capite di 16.500 euro.

Per quanto concerne i redditi dei liberi professionisti, la ricerca Confcommercio segnala che nel periodo 2008/15 si è avuta una contrazione del 13%, con i non ordinistici che fanno segnare un calo maggiore (-23%). Dagli stessi dati emerge come siano coloro che operano nella consulenza gestionale e nei servizi informatici ad avere maggiori guadagni annui.

L’Italia si pone sempre di più come un paese in cui le partite IVA la fanno da padrone, ora però la nazione ha di fronte un compito importante, quello di valorizzare queste professionalità. Questo è possibile solo attraverso la risoluzione dei problemi legati all’accesso di burocrazia e fisco, due punti fondamentali che altrimenti continuerebbero a relegare tali figure lavorative ad un ruolo marginale nel mercato del lavoro.

Come scegliere i sanitari giusti per il tuo bagno

Giovedì, 22 Febbraio 2018 21:07 Pubblicato in Casa e Life Style

sanitari-per-bagnoLa sala da bagno, ambiente in passato sottovalutato, è in grado di donare grande personalità alla nostra casa. La scelta dei sanitari per bagno, ai giorni nostri, non si limita più esclusivamente a necessità funzionali, ma questi possono diventare dei veri e propri complementi d'arredo.

Sanitari, ma con stile
Come detto in precedenza, i sanitari per bagno non sono soltanto utili, ma veri e propri oggetti di design. Oltre al nostro gusto personale dobbiamo tenere in considerazione anche lo stile che vogliamo dare al nostro bagno che deve essere coerente con il resto della casa.
Il primo sanitario che è necessario scegliere è la vasca, indiscussa protagonista della nostra toilette. Le proposte disponibili in commercio sono le più disparate: ad incasso, angolare, doppia, con piedini dal sapore vintage, rotonda o dalle linee squadrate e minimaliste. Infine, perchè non trasformare il nostro bagno in un vero e proprio centro benessere? Basterà optare per una vasca dotata di idromassaggio per godersi vere e proprie pause di relax, come se ci trovassimo in una spa. Una volta effettuata la scelta, la vasca andrà collocata in una posizione di rilievo, magari attorniata da candele decorative.
Se non si dispone di abbastanza spazio per una vasca o, al contrario, non amiamo molto questo sanitario per bagno, sarà opportuno collocare una doccia. Anche qui le soluzioni disponibili sono numerose, ma nulla è più suggestivo di un box doccia di vetro perfettamente trasparente e dalle linee pulite.
Il lavabo, insieme alla vasca, è l'elemento su cui più possiamo giocare per donare una vera e propria personalità al nostro bagno. In commercio esistono lavabi in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza, non solo per quel che riguarda le dimensioni, ma soprattutto nelle forme. Se quello che vogliamo dare al nostro bagno è un aspetto classico non c’è nulla di meglio di un lavabo incastonato in un mobile di legno intarsiato con piano di marmo. Se invece siamo più orientati al moderno potremmo prediligere una lunga vasca di pietra sospesa, una coppia di lavabi rotondi con rubinetti minimal oppure gli innovativi lavabi a consolle.
In ultimo, ma non per importanza, la scelta del wc e del bidet che devono rispettare in pieno lo stile del resto della stanza da bagno. A tal proposito può essere utile acquistare questi due sanitari bagno in coppia, spesso infatti in commercio vengono venduti combinati.

Nuance e Colorazioni
Come la forma, anche il colore dei sanitari da bagno conta molto. Oltre al classico bianco i sanitari per bagno sono disponibili in moltissime varianti di colore. Fra queste ricordiamo l'elegante e raffinato ecrù, il più particolare nero, matt o lucido e l'ardesia. Alcune vasche da bagno sono talvolta disponibili anche in colori vivaci come il rosso per dare al nostro bagno un aspetto ancora più ricercato. 

Non solo ceramica
Se negli anni il materiale principale con cui venivano realizzati i sanitari per il bagno era la ceramica, oggi non è più così. Grazie a innovazioni tecnologiche all'avanguardia sono a disposizione nuovi materiali più facili da pulire, resistenti e che evitano la formazione di calcare col passare del tempo. 
Alcuni esempi sono il Corian, materiale acrilico e eco sostenibile, la resina di cemento, pannelli di pietra, vetro e addirittura lavabi in legno. Quest’ultimo non è da considerarsi meno duraturo della ceramica, infatti i trattamenti a cui viene sottoposto non permettono alterazioni o danni nel tempo. 
Un altro materiale spesso consigliato è il marmo resina che, soprattutto in doccia e vasca, garantisce la massima sicurezza antiscivolo. 

Sicurezza e Funzionalità
Nella scelta dei sanitari bagno è opportuno pensare in modo accurato anche alle esigenze della famiglia. Ciò non si limita soltanto a considerare lo spazio a nostra disposizione nel momento dell'arredo bagno, ma deve estendersi anche nella comprensione delle esigenze, ad esempio, delle persone anziane. Queste, infatti, potrebbero avere problemi di deambulazione o comunque non sentirsi abbastanza sicuri nei movimenti. Per soddisfare esigenze così particolari e delicate sono disponibili molteplici soluzioni. Oltre a lavabi e wc ergonomici esistono anche vasche e docce speciali per potersi lavare in tutta sicurezza senza paura di scivolare. Nel nostro bagno potremmo allora posizionare vasche dotate di seduta e sportello di apertura laterale, oppure dotare la doccia di pratici maniglioni di appoggio o sedili ribaltabili.

Gulfood, la fiera dell'alimentare di Dubai

Martedì, 20 Febbraio 2018 18:45 Pubblicato in Mondo

fieraduDurerà fino a giovedì 22 febbraio la 23esima edizione di Gulfood, la più grande fiera annuale dedicata al food degli Emirati Arabi Uniti. La manifestazione di Dubai, iniziata domenica 18 febbraio, accoglie più di 5mila espositori e si rivolge ai professionisti dell'industria alimentare e del beverage: si tratta del primo appuntamento internazionale di rilievo del 2018, con oltre 120 padiglioni nazionali, tra i quali quelli della Slovacchia, della Serbia e dell'Estonia, presenti per la prima volta. A confermare il prestigio della kermesse la presenza annunciata di diversi funzionari governativi e ministri, ma anche capi di Stato, che andranno ad affiancarsi alle associazioni di categoria impegnate nella sottoscrizione di accordi commerciali.

I padiglioni riguarderanno otto settori differenti: quello della carne; quello delle bevande; quello del benessere; quello dei cereali; quello dei legumi; quello dei grassi e degli oli; quello del latte e dei formaggi; quello dei grandi marchi di tutto il mondo. Una delle novità di maggior interesse è rappresentata dalla Gulfood Discover Zone, vale a dire una zona esclusiva nella quale gli espositori hanno l'opportunità di mostrare e di far conoscere i propri prodotti più nuovi. I finalisti dei Gulfood Innovation Awards (che intendono premiare l'innovazione e le eccellenze che contraddistinguono l'industria del food and beverage del territorio) saranno presentati proprio in questo settore.

Tra gli appuntamenti confermati della fiera, ecco l'Emirates Culinary Guild International Salon Culinaire, che come ogni anno si presenta come il concorso più grande al mondo per chef singoli. Interessante anche la fiera di alimenti Halal più grande del mondo, cioè l'Halal World Food. Trixie LohMirmiand, vice presidente senior della rassegna, ha sottolineato come Gulfood possa essere considerata la piattaforma più importante della regione per il settore alimentare e per quello delle bevande, grazie alla sua capacità di attirare un gran numero di visitatori provenienti dal Medio Oriente e, al tempo stesso, di generare transazioni in grande quantità.

Per le aziende italiane come Megam, Gulfood nei prossimi anni potrebbe costituire una vetrina importante: per il momento, tuttavia, il sito della manifestazione non propone una traduzione in lingua italiana, a dimostrazione degli ampi margini di miglioramento possibili in questo scenario. Perché scegliere Dubai come vetrina? Per esempio perché nel 2010 le importazioni degli Emirati Arabi Uniti hanno superato i 3.6 bilioni di dollari, e nello stesso periodo il porto di Dubai era uno dei primi dieci al mondo per transazioni. Insomma, un'occasione che vale la pena di cogliere.

BANNER-ALTO2

Follow us on Facebook!

Evidenzia HTML

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy