BANNER-ALTO2
A+ A A-

malatiAnche la Regione Lombardia, nonostante le varie campagne di “demonizzazione” del gioco e dei casino online con giochi live“capitanate” il più delle volte dall'Assessore Viviana Beccalossi, deve fare i conti con i risultati obbiettivi del territorio. Non si vuole dire se siano risultati positivi o negativi, ma si vogliono solo riferire come si fa con altre Regioni della nostra Penisola. Quindi, il Comitato Paritetico di controllo e valutazione fa il punto dell'attuale situazione della legge sul gioco vigente sul territorio lombardo.

Le varie disposizioni in essere “contro il gioco” propongono incentivi di vario genere per gli esercenti che decidono di disinstallare le slot dai propri esercizi, ma non sono state abbastanza “incentivanti”, a quanto pare, per ottenere un buon risultato: le “famigerate macchinette” sono sempre presenti sul territorio e dopo una flessione nel 2014, nello scorso anno sono aumentate sino ad assestarsi sulla cifra di 79.565 unità. Si segnala che le persone in carico alla struttura sanitaria per il gioco problematico sono 2.177 distribuiti in tutta la Regione. Questi i risultati.

Si potrebbe trarre da questi dati un risultato “sconfortante” viste le innumerevoli campagne di sensibilizzazione e responsabilizzazioni messe in campo dalla Regione contro il gioco d'azzardo pubblico: l'agevolazione nel pagamento delle imposte per coloro che hanno deciso di eliminare le apparecchiature da intrattenimento dai propri esercizi è stata riconosciuta sino a questo momento da due soli contribuenti della provincia di Pavia che ne hanno fatto espressa richiesta. Un po' pochino come risultato raggiunto, almeno con questa iniziativa.

Insomma, in Lombardia “il pericolo slot” è sempre alto e l'aumento delle slot sul territorio oggi, rispetto al 2014 è preoccupante. Per il Presidente del Comitato che ha stilato la relazione sulla situazione lombarda si dovrebbe rendere “opportuna una risoluzione per orientare e rafforzare l'azione regionale di contrasto anche attraverso un sistema regionale di mappatura degli esercizi commerciali e degli apparecchi”. Più forza, quindi, alle azioni della Regione.

Senza contare che la Regione Lombardia ha stanziato tre milioni di euro sul bilancio 2015-2016 per sostenere le iniziative dei vari comuni indirizzate alla prevenzione del gioco problematico.

I progetti ammessi al finanziamento sono stati 68 distribuiti su tutte le provincie, ad eccezione di quella di Lodi), per 286 iniziative nei campi della formazione, delle azioni “no slot”, del controllo e della mappatura. Un dato positivo c'è: 13.500 persone hanno partecipato alle attività di formazione per i nuovi gestori, per i quali sono stati svolti circa 560 percorsi. Il numero di presenze è stato notevole.

Almeno questo ultimo dato, che non riguarda il mondo dei migliori casino online italiani legali, dovrebbe rendere felice la “paladina del no slot”, l'Assessore Beccalossi: potrebbe significare che gli operatori del gioco vogliono essere preparati ad affrontare con responsabilità il proprio business. Vogliono essere pronti anche ad incrociare persone-giocatori che potrebbero essere coinvolti nell'abuso del gioco e, quindi, vogliono essere all'altezza di poterlo “riconoscere” ed “andare in aiuto” e consigliare nel modo più professionale possibile. Ma, senza ombra di dubbio, anche questo dato per chi scrive positivo, sarà ricoperto dalla negatività del gioco e da quello che ci gravita attorno, da quello che il gioco potrebbe comportare, dal suo effetto “demoniaco” sui cittadini e sul territorio. Pensieri e parole di Viviana Beccalossi.

Leggi tutto... 0

dieta 2

“L’estate sta finendo, e un anno se ne va…” dicevano i Righeira qualche anno fa. Ma oltre gli anni, con l’estate dovrebbero andarsene anche i kili di troppo accumulati durante le vacanze, quando lasciarsi un po’ andare sotto il punto di vista nervoso e soprattutto alimentare, è di norma. Però, seguendo i semplici principi che vi indicheremo successivamente, inquadrati dentro una specifica dieta personalizzata per il vostro fabbisogno energetico, i risultati nel breve e medio periodo saranno visibili da tutti, riuscendo a perdere fino a 5 kg di massa grassa.

Come prima cosa, bisogna sottolineare l’importanza degli acidi grassi insaturi Omega-3: sono queste le molecole nutrienti alleate del nostro fegato, esse sono contenute nei pesci, nei cereali integrali, nella frutta secca, nei legumi (ceci e lenticchie), nell’olio extra vergine di oliva e negli ortaggi freschi, stimolano la modulazione genica del DNA delle cellule epatiche e aiutando il fegato a depurarsi. Il dimagrimento è poi aiutato da una riduzione degli alimenti composti con farina e dei cibi ricchi di acidi grassi saturi di origine animale.

Molto importante è il pasto, il quale deve essere necessariamente prevalentemente glucidico, che prevede una dose più alta, se pur controllata, di carboidrati rispetto alla cena. È composto da una porzione di verdura cruda a quantità libera, rigorosamente di stagione per aiutare il nostro organismo a prepararsi alla stagione fredda, seguita da un piatto glucidico a base di cereali integrali o legumi o pasta. Non è prevista l’introduzione del pane.

Non si deve tralasciare la centralità della cena, che rappresenta l’ultimo pasto della giornata, che deve avere una composizione prevalentemente proteica.

La colazioni e gli spuntini devono essere sempre fatti in maniera regolata, privilegiando le tazze di tè e biscotti di tipo integrale.

Leggi tutto... 0

diabeteLa settimana del diabete 2016 cade fra il 7 e il 13 di novembre. I numeri sono sempre più allarmanti e ci raccontano di oltre 415 milioni di adulti affetti da diabete, destinati ad oltrepassare la soglia dei 640 milioni nel 2040. Ancora oggi, un malato su due non è diagnosticato e questo dato, più di ogni altro, impone uno screening in grado di garantire la diagnosi precoce ed un trattamento adeguato capace di ridurre il rischio di incorrere in eventuali complicazioni.

La settimana del diabete 2016 si terrà fra il 7 ed il 13 di novembre e vedrà in oltre 500 piazze italiane numerosissimi eventi organizzati e patrocinati dalle Associazioni di malati affetti da diabete, corporazioni di infermieri, medici ed istituzioni. Centinaia di gazebo verranno allestiti per informare ed orientare i cittadini ad una gestione della patologia accorta e consapevole. Nel nostro paese non esiste altra manifestazione di volontariato applicata al campo medico che riesca a riscuotere tanto successo e tanta partecipazione.

Patrocinata dal CONI, dalla Croce Rossa Italiana e il Ministero della Salute, la Giornata Nazionale del diabete si appresta a dar vita a numerosi appuntamenti, quali convegni, dibatti, conferenze, spettacoli e passeggiate, tutti segnalati dal portale dedicato giornatadeldiabete.it

Visite gratuite e screening per i cittadini

La grande novità della prossima settimana del diabete 2016 sarà costituita dalla possibilità di sottoporsi a visite gratuite presso tutti gli ambulatori medici ordinari e di diabetologia. Screening ed informazioni relative ad una buona gestione della patologia verranno garantiti a tutti i richiedenti, al fine di cominciare un lavoro in grado di diminuire il numero dei casi non ancora diagnosticati.

Particolare attenzione sarà rivolta a tutte le donne precedentemente colpite da diabete gestazionale, a coloro che soffrono di obesità e che hanno casi di diabete di tipo 2 fra i parenti più prossimi. A tal proposito, è assolutamente necessario sottolineare che il diabete non è una patologia ereditaria, poiché il passaggio della malattia fra una generazione e l'altra non è inevitabile. Esiste una predisposizione genetica alla malattia che comporta un rischio di contrarre il diabete superiore rispetto agli altri, tuttavia, l'adozione di uno stile di vita sano e di un'alimentazione corretta allontanano in maniera significativa il rischio di ammalarsi. Persino il paziente diabetico, in caso osservi con costanza le indicazioni del medico e adotti uno stile di vita ineccepibile, non assisterà ad alcuna riduzione della sua aspettativa di vita.

Il piede diabetico

Il piede diabetico è una delle complicanze più evidenti cui vanno incontro coloro che soffrono di diabete. Il piede diabetico è dovuto alle difficoltà circolatorie e alle complicanze a carico del sistema nervoso periferico e figura fra le tematiche che verranno analizzate durante la settimana del diabete 2016.

La vasocostrizione causata dalla malattia porta ad un graduale restringimento delle arterie e ad una marcata diminuzione della circolazione nelle estremità. Con questa condizione, definita arteriopatia periferica, le sostanze nutritive giungono in minor quantità nei tessuti e la limitata capacità circolatoria condiziona la normale ossigenazione dei tessuti. Ossa ed articolazioni tendono ad indebolirsi, la pelle ne risente e, con il tempo, le eventuali lesioni possono sfociare in ulcerazioni.

Il quadro clinico può aggravarsi a causa dei danni riportati dal sistema nervoso periferico, che non riesce a riconoscere situazioni di sofferenza a causa di una marcata riduzione della sensibilità.

La crema dermoprotettiva Dexeryl va applicata sulla pelle secca del piede e può essere abbinata ad altre terapie. Il glicerolo rende l'acqua contenuta nel prodotto immediatamente disponibile ed impiegabile dalla superficie cutanea, limitandone l'evaporazione. Ciò rende Dexeryl ideale nel trattamento delle forme di xerosi persistenti.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy