BANNER-ALTO2
A+ A A-

 

1perdere-pesoNon sempre iscriversi in palestra è la scelta migliore da fare per perdere peso in breve tempo.

Molte donne scelgono la palestra per dimagrire, ma non sanno che stanno spendendo soldi inutilmente, in quanto per perdere peso è possibile allenarsi anche a casa.

Spesso il lavoro, lo studio, la famiglia o altri impegni non permettono di raggiungere sempre la palestra, ma per questo motivo è nata la formula di esercizi fai da te in casa (leggi ad esempio come bruciare 500 calorie), che permette di perdere peso e di eseguire gli esercizi in orari flessibili.

Ovviamente, è sconsigliato pensare che l'allentamento migliore per dimagrire sia quello più faticoso, in quanto quello migliore si basa su esercizi, non obbligatoriamente tutti stancanti, ovvero che vanno a stimolare tutte le fibre muscolari.

Gli esercizi più intensi riguardano l'aerobica e sono sicuramente molto faticosi, proprio perché vanno a coinvolgere ogni gruppo muscolare.

Il modo in cui questo allenamento è strutturato fa in modo che lo sforzo fisico, per non indebolire la resistenza fisica, non sia mai eccessivo. Il segreto di questo tipo di allentamento consiste nel non sovraccaricare determinati punti, in quanto gli sforzi vengono divisi in maniera omogenea in ogni area del corpo.

Uno dei vari esercizi da fare per bruciare calorie, a casa, è lo squat che come per gli altri esercizi, se eseguito ripetitivamente, potrà dare ottimi risultati. Il secondo esercizio che si può eseguire in casa per bruciare calorie è lo step up, che permette di ottenere una forma fisica invidiabile se praticato alla massima velocità possibile, mantenendo sempre una respirazione regolare.

Per praticare questo esercizio bisogna posizionare degli scalini mobili di fronte a sé e salire e scendere il più veloce possibile, cercando di avere sempre il dorso dritto. Molto utili sono anche flessioni a parete, che si eseguono stando appoggiati con la schiena al muro, tenendo i piedi poco distanti dalla parete e abbassandosi fino ad avere le cosce parallele al pavimento.

Tra gli altri esercizi per bruciare le calorie vi sono le alzate delle gambe, in cui bisogna posizionare il piede sinistro su dei libri o degli scalini mobili e tenere in tensione il dorso concentrando i muscoli addominali.

Successivamente è necessario scaricare il peso della gamba sinistra salendo, e slanciare l'altra gamba verso l'alto. Molti altri sono gli esercizi fitness che permettono di bruciare molte calorie comodamente da casa.

Leggi tutto... 0

kinetec-ginocchio

Oggi con soli 10 euro al giorno è possibile noleggiare un apparecchio C.P.M. marchio Kinetec per la riabilitazione domiciliare. Il servizio è offerto da un’azienda con sede a Roma che consegna gli apparecchi Kinetec in tutta Italia, isole comprese, in 24/48 ore. Il noleggio kinetec ginocchio, come detto, parte da 10 euro al giorno, senza cauzioni, senza ulteriori spese e con la consegna da parte di un tecnico incaricato, un fisioterapista, che mostrerà il funzionamento dell’apparecchio stesso. È inoltre possibile contattare telefonicamente un tecnico durante il periodo di noleggio per avere consigli o altre informazioni sull’utilizzo dell’apparecchio stesso. In caso di malfunzionamento dell’apparecchio l’azienda procede alla sua sostituzione in 12 ore senza alcun costo aggiuntivo per il paziente. Si tratta, come è ovvio, di una grande semplificazione nella delicata fase del recupero fisico del paziente sia derivante da traumi sia derivante da interventi chirurgici (menisco, legamento crociato anteriore, ecc). Non solo il ginocchio ma anche per la spalla o per il gomito Kinetec offre una valida gamma di apparecchi C.P.M. Se infatti, il ginocchio è l’articolazione maggiormente soggetta a traumi diretti e indiretti e risente anche da alterazioni posturali, è vero anche che la spalla è l’articolazione più mobile e quindi più complessa del nostro corpo, ed il gomito, anch’esso articolazione complessa, spesso sviluppa rigidità, perlopiù di origine post traumatica come fratture e lussazioni.

Come funziona il noleggio?

Oltre al numero verde, ed ad un numero per chi chiama da telefono mobile, c’è anche il sito internet della Kinetec Roma sul quale è possibile richiedere un preventivo. È possibile, infatti, selezionare l’apparecchio necessario e per il periodo di noleggio necessario. Prima di scegliere l’apparecchio si può anche richiedere informazioni, oltre che con il numero verde, anche inviando una mail al servizio di fisioterapisti che indicheranno l’apparecchio più utile per la riabilitazione. Una volta inseriti, dicevamo, il comune e la provincia, oltre che nome, cognome, telefono ed email si riceverà direttamente il preventivo. Se lo si accetta il pagamento del periodo previsto di noleggio avviene al momento della consegna direttamente all’incaricato della Kinetec. Nel caso, poi, si decidesse di trattenere l’apparecchio per un periodo di tempo superiore basterà darne preavviso almeno 3 giorni prima della scadenza del noleggio e saldare la differenza al momento del ritiro della macchina.

Gli altri servizi

KINETEC ROMA è un’azienda attiva nel settore del noleggio ed anche della vendita di apparecchi C.P.M. marchio Kinetec, e di elettromedicali in genere. L’azienda si pone l’obiettivo di offrire un servizio chiaro e completo ai pazienti che hanno la necessità di noleggiare l’apparecchio kinetec per la ginnastica passiva, a domicilio, sia in fase pre sia in fase post operatoria. Ma la Kinetec Roma offre anche un servizio completo di riabilitazione domiciliare o presso una delle strutture convenzionate. L’azienda, infine, noleggia anche carrozzine ed apparecchi di pressoterapia. Sono presenti convenzioni ed agevolazioni per alcune categorie come i pensionati ed i dipendenti pubblici. Le convenzioni possono essere stipulate anche direttamente con le farmacie a favore dei propri clienti.

Leggi tutto... 0

alluce

Mostrare i nostri piedi può causare imbarazzo quando si soffre di una patologia come quella dell’alluce valgo. Il problema è sempre più diffuso ed interessa una grande maggioranza di persone, tanto che è una delle prime patologie a carico delle dita del piede. Per le donne, statisticamente le più colpite, la questione estetica gioca un ruolo molto importante, ma anche per gli uomini sta diventando sempre più la norma avere una cura del proprio corpo superiore rispetto al passato. Per prima cosa, come fare a riconoscere l’alluce valgo? È molto semplice. Se notate una deformità del primo dito del piede (appunto, l’alluce)  che a sua volta, comporta una deviazione laterale della falange allora siamo di fronte ad un classico esempio di alluce valgo. In genere, questa deformità è accompagnata da un rigonfiamento molto doloroso della parte interna del piede, chiamata comunemente“cipolla”, che altro non è che una forma di borsite, cioè di infiammazione da sfregamento con la calzatura. Se arrivati a questo punto pensate che il problema vi interessi solo d’estate e con i piedi inevitabilmente più esposti ed in bella vista, allora non avete considerato un altro piccolo particolare. La scelta della calzatura per il periodo invernale, primaverile ed autunnale (nel quale siamo immersi al momento della pubblicazione di questo articolo) è fortemente influenzata dall’avere l’alluce valgo. Dunque, il problema non avrà una stagionalità precisa ma, al contrario, vi si proporrà tutto l’anno. Per queste ragioni occorre rivolgersi ad uno specialista in grado di  curare l’alluce valgo consigliandovi il tipo di intervento adatto per risolvere questa comune patologia. Non bisogna mai sottovalutare il problema o pensare che non ci sia una soluzione. Anche quando la causa dell’alluce valgo può essere primaria o congenita – con la tendenza a svilupparsi nell’età dell’accrescimento – oppure secondaria o acquisita, come nelle forme più gravi come quelle rachitiche, infiammatorie, infettive, tropiche, traumatiche, ecc. rivolgersi ad uno specialista è ancor di più caldamente consigliato.  Si possono poi attuare aIcuni piccoli accorgimenti per prevenire l’alluce valgo. Ad esempio: la scelta ponderata di modelli di calzatura adeguati alla fisiologia del piede, con un uso moderato di scarpe con tacco molto alto oppure particolarmente strette in punta. Questo perché il tacco eccessivamente alto (fino a 12/14 centimetri) costringe il piede a una posizione innaturale, il peso del corpo si eccessivamente in avanti stravolgendo la funzione stabilizzante del piede nella ripartizione del peso. Allo stesso modo le scarpe troppo stette in punta danneggiano e deformano la forma del nostro piede, alterando così le normali funzionalità. Dopo la lettura di quest’articolo, saprai che c’è la soluzione all’alluce valgo passa per un consulto medico, così potrai riprendere a camminare senza problemi.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy