BANNER-ALTO2
A+ A A-

sindaco sabatino miniLa Nota del Movimento 5 Stelle Amantea: 50 giorni di Amministrazione Sabatino visti da vicino

 

INELEGGIBILITA' DEL SINDACO

Il sindaco si trova in un enorme conflitto di interessi data la presenza del padre nel ruolo centrale di responsabile del settore finanziario e di vicesegretario generale dell'ente.

E' intuitivo ma è anche stabilito dalla legge (art.61 T.U.E.L.).

L'abbiamo rilevato e il sindaco in sede di consiglio ha ironizzato dicendo "le elezioni si vincono con i voti e non con i cavilli giuridici".

 

Il prefetto, però, non li ritiene esattamente cavilli... e ha chiesto ufficialmente al sindaco spiegazioni. Staremo a vedere.

 

TRASPARENZA

La città di Amantea è governata da un' amministrazione che fa della trasparenza un problema, continuando a rifiutare le dirette streaming . Perché? Cosa si vuole nascondere ?

Forse per evitare di palesare all'esterno l'ignoranza delle più basilari regole di svolgimento ed amministrazione della cosa pubblica? 

E si usa così la burocrazia a proprio comodo, anche ostacolando e ritardando la presa visione di documenti del comune.

O dobbiamo pensare che il dott. Sabatino chieda anche a tutti i consiglieri di maggioranza o al sindaco di protocollare la domandina per avere gli atti e glieli consegna(completi?) tre giorni dopo ?

 

DELEGHE E ASSESSORATI

Creare una lista per accontentare candidati e sostenitori non significa esattamente fare il bene di Amantea che ha bisogno di capacità, competenze, impegno disinteressato, lungimiranza e legalità.

E invece nel conferimento degli assessorati si sono scelte le logiche spartitorie e i contentini delle deleghe speciali che hanno mortificato tutti, gli stessi consiglieri, i cittadini di Campora che evidentemente non si sentono rappresentati dall'assessore Cannata e soprattutto le sorti della nostra città ancora una volta mortificata dalla politica del potere e non del servizio.

Abbiamo chiesto poi le immediate dimissioni dell'assessore Tempo fino a quando non si definiscano i suoi problemi giudiziari.

 

SEQUESTRO DEL PORTO

Il porto di Amantea inaugurato nel 2002 e costato 10 miliardi di lire non ha il collaudo, non ha la concessione demaniale marittima e sono dovuti al demanio 3.063.395,86 euro di cui, a dire il vero, sono stati versati circa 40.000 (bontà loro!).

Una situazione raccapricciante che ereditiamo dal passato amministrativo, in cui il sindaco era presidente del consiglio comunale , e gli assessori (tutti tranne uno) erano a vario titolo presenti in ruoli istituzionali , sedendo tra i banchi della maggioranza o dell'opposizione.

Ma il sindaco definisce la vicenda come "una mannaia piovuta dal cielo...senza alcun preavviso", e quando il M5S chiede di individuare precise responsabilità politico-amministrative anche per eventuali azioni risarcitorie lei replica "io non sono un organo inquirente". Chiediamo ancora ( ma nessuno risponde) la revoca dell'incarico appena rinnovato all'ing. Pileggi, coinvolto nelle indagini.

Il MoVimento 5 Stelle, nella persona del suo consigliere Francesca Menichino voterà sempre a favore di atti e provvedimenti che possano portare qualsiasi miglioramento a questa città ma, purtroppo, il bene di Amantea non è questa amministrazione che si presentava come una manna ma per ora c'è solo la mannaia....

 

Pubblicato in Politica

La bella e sagace penna di Paolo Orofino, il brillante ed attento giornalista de Il Quotidiano, parla di uno “spunto” investigativo, parola che da sola sottende mille altre riflessioni, tratto da una contravvenzione da annullare e che porrebbe uno dei Vigili Urbani in servizio nel comune di Amantea al centro di posizione delicata che dovrà essere chiarita.

Su tale vicenda sarebbe stato già sentito il Comandante della PM di Amantea Emilio Caruso.

Tutto nascerebbe da una dettagliata informativa inviata dal Commissario Nella Pugliese che ha coordinato dettagliate indagini condotte nella nostra cittadina.

Ma le indagini non sarebbero certamente limitate a questo “spunto”. Affatto. Anzi sussurra la voce molto accreditata della stampa locale che ci sarebbe “molto di più”.

Addirittura stando ad altre voci accreditate anche il sindaco sarebbe stata sentita da SE il sig Prefetto, anche se nessuna notizia trapeli sulle ragioni di questo incontro.

Insomma, fatti che stanno generando molta preoccupazione.

Si parla addirittura di indagini che scenderebbero indietro nel tempo fino ad oltre 10 anni addietro.

La penna orofiniana però non si sbilancia più di tanto quando dice che “ Ancora una volta un procedimento giudiziario porta grossi nuvoloni all’orizzonte dei vigili di Amantea”.

A cosa, e soprattutto a chi, si riferirà?

Ai vigili urbani o più facilmente ai loro recenti comandanti ?

Ad ogni buon fine li ricordiamo tutti a partire dall’attuale ed andando indietro nel tempo.

Emilio Caruso

Mario Aloe

Giuseppe Sabatino

Scutellà Giuseppe

Amerigo Spinelli

Angeli Antonio

Ma forte è la affermazione che “ se temporale sarà, sarà una tempesta”, tenuto conto delle ipotesi di reato considerate.

Al punto che se finora non vi sono stati indagati stante le evidenze degli ultime 48 ore non si escludono provvedimenti da parte dell’autorità giudiziaria

Difficile intuire altro dalle scarne indicazioni dell’articolo di Orofino ,salvo il fatto che sembra ormai certo che un primo filone sarebbe quello relativo ad “alcune graduatorie successive all’ultimo concorso per l’assunzione di nuovi vigili effettivi! (?) ed un secondo quello relativo al fatto che per lungo tempo “si è continuato ad avere in servizio nella pianta organica della polizia municipale personale “precario”.

Ancora meno comprensibile la affermazione che l’amministrazione comunale “potrebbe trovarsi a dover gestire (oltre al porto) un altro problema che potrebbe toccare di riflesso l’amministrazione comunale”.

Sembra allora che al momento il problema riguarderebbe “esclusivamente” i dirigenti del comune di Amantea.

Di chi si tratta?

Nella città c’è una fortissima attesa.

E fortissimi dubbi......

il portoNon ci stanno i pescatori, i diportisti ed i lavoratori del porto.

Non comprendono e non ci stanno.

Ed allora qualcosa la devono fare.

E cominceranno da martedì 15 luglio.

Ne hanno avuto comunicazioni stamattina il sindaco del comune di Amantea , il comando Stazione carabinieri di Amantea , la Tenenza della Guardia di Finanza di Amantea , il Comando dei Vigili Urbani di Amantea, la capitaneria di porto di Amantea.

Martedì 15 luglio con inizio alle ore 9,30 presso il porto di Amantea si terrà una manifestazione pacifica da parte dei pescatori, dei diportisti e dei lavoratori del porto.

Si tratta di una manifestazione che intende sollecitare la attenzione degli enti interessati alla vicenda relativa alla chiusura del porto ed all’obbligo di rimuovere le 300 imbarcazioni al momento allocate nel porto di Amantea.

Un compito questo difficilissimo , in particolare per i pescatori che dovrebbero andare a trovare un posto a Vibo od a Cetraro, visto che san lucido sembra difficoltato ad accettare pescherecci amanteani .

E poi per le imbarcazioni di tanti amanteani e di altri turisti. Per Amantea sarebbe una botta micidiale la perdita di oltre un centinaio di ospiti legati al turismo nautico.

E che dire del personale che opera nel porto. Quando lo stesso venisse sottratto al comune di Amantea questo personale perderebbe il posto.

Pubblicato in Primo Piano

scarico mini“Ciao, Tirrenonews stamane nella spiaggia di Amantea c'era una situazione vergognosa, un fiumiciattolo di cacca liquida che scendeva a mare, come si può vedere (ma non sentire) dalle foto. A mare c'erano pure le bolle e il lezzo era insostenibile”.

Comincia così la nota rimessa al ns sito.

Poi continua:

“Ho chiamati i vigili, nessuna risposta;

Ho chiamato il 1530 hanno risposto da Vibo, poi sono arrivati 2 "ragazzi".

Poi è arrivato pure l’ingegnere e tecnico del comune di Amantea .

Eravamo in due ed uno di noi era un avvocato.

Siamo stati rassicurati e ci è stato detto che “erano acque bianche”.

Ho proposto loro di berne un bicchiere con me e di stare lì a fare il bagno sempre insieme con me.

Ci è stato detto che lì c’era il cartello che vietava la balneazione ma che è stato illecitamente rimosso.

Poi è arrivato l’addetto alle pompe ( anche lui incazzato) perchè non lo pagano.

Quelli della Capitaneria volevano i nostri nomi.

Si sono anche avvicinate due persone che con fare minaccioso ci hanno detto ("venite solo d'estate a lamentarvi (?) . . . è tutto a posto ....."). di fatto una vera e propria minaccia.

Non so che cosa pensare”

In verità nemmeno noi.

Quello che possiamo dire al nostro lettore è quanto segue:

- Ha piovuto. La vasca di raccolta delle acque bianche si è riempita e l’acqua è defluita verso mare costituendo un vero e proprio fiume.

- Abbiamo sentito anche noi la puzza ma non era fogna. Piuttosto dobbiamo sospettare che nelle acque bianche qualcuno scarichi la propria fogna. Sarebbe bene fare attenti controlli.

- La schiuma che si vedeva a mare e che abbiamo anche fotografato era anche lontano dal luogo di cui stiamo parlando, il che significa che poteva anche essere indipendente dalle immissione di acque bianche o nere che fossero.

- Il mare è malato. Ti compiego a piè dell’articolo una foto di Fiumicino del 10 luglio la cui spiaggia è stata letteralmente invasa di schiuma. Anche in questo caso “è tutto a posto” E lo ha detto nientemeno che Giandomenico Ardizzone, biologo marino e professore de La Sapienza il quale ha spiegato che :” si tratta di un fenomeno naturale” e che “La produzione di schiuma è dovuta ad un fattore molto semplice. Nel periodo estivo quando le acque sono molto ricche di nutrienti si crea una grande produzione di piccole alghe unicellulari chiamate fitoplancton che possono morire facilmente, anche per via del caldo. Queste alghe hanno una parte proteica che andando in circolo crea schiuma. Assolutamente nulla di inquinante. Tutto ciò che è presenza di protenine, se sbattuto, può produrre schiume".

- Altri, invece, ( e noi da tempo tra questi) , come Legambiente sospettiamo che alla base

di questi fenomeni ci siano gli scarichi di tensioattivi contenuti nei saponi riversati dai fiumi e dagli scarichi di “acque bianche”.

Cosa vi suggeriamo: 


- Speriamo che non piova più e che questo “fenomeno” non capiti più, ma la prossima volta:

- Chiamate l’assessore all’ambiente; il ns assessore sa bene che è suo compito scongiurare qualsiasi rischio per la salute e garantire l'incolumità di bagnanti e dei cittadini di Amantea , oltre che fenomeni di inquinamento che danneggino l'ambiente

- Pretendete che sia prelevato un campione delle acque ed attendete i risultati. E se non lo fa nessuno, fatelo voi, prendendo contenitori sterili di farmacia, mettendovi i guanti, filmando il tutto ed inviando il campione alla Procura della repubblica.

Il ns attuale procuratore è fortemente attento all’ambiente.



SCARICO ACQUE IN MARE

 scarico medio

 

SPIAGGIA FIUMICINO

schiuma fiumicino

 

 

Pubblicato in Cronaca

E’ pur vero che questa estate sembra non arrivare ancora.

Ma qualche turista, ovviamente non Alpitour, scende ( o parte) dalla nostra bella stazioncina ferroviaria.

E poi la stazione è notevolmente usata durante tutti i giorni da decine e decine di passeggeri per Paola, Cosenza, Napoli, Roma ed altre località.

Per soddisfare le ordinarie esigenze fisiologiche di queste persone i wc della stazione sono tutti aperti, compresi quello per i portatori di handicap .

Cioè, scusate, volevamo dire CHIUSI. Anzi SERRATI.

Abbiamo già lamentato questa inaccettabile situazione ed in qualche modo le ferrovie sembrarono attente disponendo la riapertura dei servizi igienici.

Lo faranno anche questa volta?

Difficile da dire.

Certo che non sarebbe male che l’assessore al turismo ( posto che ci sia ad Amantea) od anche la associazione degli albergatori o quella dei commercianti( qualcuno insomma, e non solo noi) alzasse fortemente la voce .

E’ inaccettabile quello che succede ed ancora più che nessuno parli!!

Speriamo che l' assessore al turismo oltre che delle feste da ballo e delle sagre si preoccupi anche di turismo!

Altre volte Amantea ha avuto i forestali.

Non è andata sempre bene.

Per esempio ci hanno detto che furono operai della forestali quelli che hanno distrutto il tappeto verde del Monumento ai caduti, tra l’altro appena era stato fatto.

Questa volta però potrebbe andare meglio.

Infatti la convenzione approvata con delibera di giunta n 89 del 2 luglio 2014 prevede quanto segue:

1) manutenzione delle viabilità rurale: 6 operai per 15 giorni

a) Via Pantaleo

b) Via Stromboli

c) Chiesa del Carmine

d) Svincoli Acquicella e Stromboli

2) Interventi di tutela e valorizzazione ambientale: 6 operai per 10 giorni

a) Frazione Campora San Giovanni

b) Coreca

c) Frazione Carratelli

3) Riqualificazione, manutenzione e salvaguardia di aree rurali urbane e periurbane di particolare valenza ecologica ed ambientale: 6 operai per 15 giorni

a) Frazione Imbelli

b) Frazione Marano

c) Frazione Fravitte

In sostanza 240 giornate di lavoro , di cui 90 ad Amantea e 150 a Campora SG, costeranno al comune soltanto 1.824,00 euro, cioè 7,60 euro al giorno.

Sembra che la maggiore presenza di forestali su Campora SG rispetto ad Amantea sia derivata dal fatto che alcuni interventi su Amantea siano stati già fatti ( vedi cipressi della Chiesa madre, area sottostante la chiesa madre sempre limitrofa alla zona dei cipressi, area “ Case Sciollate”).

Secondo indiscrezioni sembra che per Camoli, la vecchia SS18, Chiaie, Fiumara, Cannavina, Colongi, San Procopio, Rindieri, San Giorgio, Stritturi, eccetera ci vorrà la prossima volta.

Speriamo bene

Infatti come al solito la delibera n 89 richiamata non prevede impegno di spesa pur obbligatorio essendosi disposta la sottoscrizione del protocollo d’intesa.

E’ probabile che poi sarà fatta la delibera di rettifica

Pubblicato in Politica

La notizia è fresca, fresca.

Stamattina una signora è andata a chiedere il duplicato del documento di identità che le è stato rubato domenica al mercato degli agricoltori, insieme alla patente ed al portafogli.

La borsa anche stamani era aperta come quelle delle donne calabresi non use ad avere a che fare con le borseggiatrici

“Non me ne sono accorta”

E questo la dice lunga sulla abilità delle borseggiatrici( borseggiatori ?) che imperversano in città.

“Eppure ve lo avevamo detto.” – aggiungiamo.

Nel dare notizia di un furto in un locale supermercato avevamo scritto: “Ah, attenzione anche nei luoghi affollati della città ed in particolare nel mercato domenicale e nel mercato degli agricoltori.“

“ Ma siete stata l’unica?” le chiediamo.

“No” -è la risposta- , “non ero nemmeno uscita dalla caserma dei carabinieri dove sono andata a sporgere la denuncia che è arrivata un’altra signora”

Sorride la nostra interlocutrice, ma si vede che è arrabbiata

Vicino a noi un consigliere comunale che intende suggerire l’allargamento degli spazi tra i banchi in modo da creare corridoi più ampi.

Può essere utile ma non è la soluzione

Normalmente le borseggiatrici operano in coppia. Una urta la vittima distraendola e la collega con estrema abilità ruba il portafoglio.

Non è nemmeno difficile rubare gli uomini che usano portare il portafoglio nella tasca posteriore del pantalone.

La soluzione ci sembra intanto quella di informare la gente come stiamo facendo e di suggerire agli amanteani di stare in allerta, soprattutto quando si vede nel mercato gente non amanteana.

Non sarebbe poi certamente male se l’amministrazione comunale avvertita di quanto sta accadendo ponesse anche all’interno del mercato qualche telecamerina che imprigioni le immagini del mercato stesso in particolare di domenica in modo da permettere agli investigatori di confrontare le stesse immagini con quelle dei supermercati dove sono avvenuti furti similari e possono avvenire i prossimi furti.

Nelle more non sarebbe male porre almeno finte telecamerine e ad ogni ingresso cartelli indirizzate proprio agli autori dei borseggi:

“Avvertiamo i signori borseggiatori e le signore borseggiatrici che il mercato è protetto da telecamere che filmano la vs presenza e la rimettono agli organi di Polizia”

Ovviamente , ma questa volta sul serio, non ci dispiacerebbe che qualche poliziotto/poliziotta in borghese, magari fingendosi una coppia di turisti in vacanza, esercitasse i necessari controlli finalizzati a ridurre i rischi per gli amanteani ed i nostri ospiti in vacanza.

Pubblicato in Cronaca

Tutta Amantea è in attesa dei turisti.

Quei turisti per i quali (?) si organizzano spettacoli pubblici ( notte bianca, festival del cinema) e privati( Bonanno & Fabiano concerti).

Ma non tutti li attendono con lo spirito giusto

Vi mostriamo due esempi di questi comportamenti.

L’esempio negativo:

  1. Proprio sulla statale 18 alle porte di Amantea, a poche centinaia di metri dall’isola ecologica realizzata proprio per questo dall’amministrazione comunale precedente ( ma mai aperta al pubblico- come a dire “u pisciu… ) si vedono costantemente abbandonati rifiuti ingombranti. Nel caso 3 frigoriferi! 5 materassi di cui 3 singoli e 2 matrimoniali! Scatole di cartone con gli indirizzi della ditta che li ha ricevuto! Nessuno mai che veda niente!. Nessun agente della Forza pubblica che si fermi a vedere gli indirizzi sulle scatole di cartone!. Nessun agente di Forza pubblica che veda mai il furgone che scarica questi rifiuti! A che serve ci chiediamo fare spettacoli pro turismo?

L’esempio positivo:

Siamo sempre ad Amantea. Un cittadino che fitta appartamenti ha creato una sua isola ecologica nella quale gli affittuari sono invitati a scaricare i rifiuti selezionati per specie.

E per crearla ha comprato direttamente i cassoni per la differenziata.

E non solo provvede ad educare i suoi ospiti ma provvede anche ad eventuali pulizia dell’intorno, anche se sembra non ve ne sia stato e non ve ne sia bisogno per la estrema collaborazione che tale scelta riceve.

Praticamente è quello che dovrebbe essere fatto nei condomini di 10 appartamenti, cioè di 30-40 persone.

E’ quello che dovrebbe essere fatto nelle strutture alberghiere.

Noi ve li segnaliamo perché questa amministrazione ambientalmente sensibile provveda a sanzionare i comportamenti illeciti ed a premiare i comportarti corretti.

Noi, nel ns piccolo, lo facciamo con questo articolo.

E non ci dispiacerebbe avere segnalazione di altri comportamenti collaborativi da fotografare e ringraziare.

Non ci dispiacerebbe nemmeno avere comunicato dall’AC della redazione di almeno un verbaler contravvenzionale o di una Targa “ Amantea Ama Ambiente” di cui rendere omaggio a chi lo meriti avvertendo che se non dovesse trovare il tempo, la voglia od i soldi per coprire il costo della targa potremmo decidere di chiederlo ad altri( per esempio agli albergatori, ai commercianti, alla opposizione ) o di farlo noi!

esempiopositivo

 

esempionegativo

Pubblicato in Primo Piano

E siamo a 2. In pochissimo tempo.
E vale la pena di fare qualche riflessione sulla tangibile ed incontestabile pericolosità della SS18.

 

Altro che sicurezza da photored ! Il problema, ci pare, è quello di una strada che non è più acconcia a sostenere il forte traffico locale e quello di transito nord-sud e viceversa e che deve essere o trasferita od ampliata ad almeno 4 corsie!.

Ma andiamo all’incidente.

La zona è quella dell’ingresso del Giudice di pace posto lato monte e quindi accessibile solo da chi viene da sud, vista la striscia di mezzeria continua, ma invece usato continuamente anche da chi viene da nord e solo perché l’accesso sulla vecchia SS18 risulta inspiegabilmente ancora chiuso! E nessuno parla!

Una Volkswagen guidata da una signora sembra stesse per svoltare a sinistra per entrare nell’area nella quale è presente l’ufficio del Giudice di Pace di Amantea.

Una smart con alla guida Mastroianni Michelino si accingeva a sorpassare la Volkswagen ferma al centro strada.

Nella manovra la parte anteriore destra della smart urtava con la parte anteriore sinistra della Volkswagen e capitombolava per effetto dell’urto stesso restando in mezzo alla carreggiata di sinistra

Il traffico restava per qualche tempo bloccato

Immediato l’intervento del 118

Altrettanto immediato l’intervento della Polizia Stradale, dei Vigili Urbani ( presenti il vigile Provenzano ed il comandante Caruso) e dei carabinieri della locale stazione CC al comando del maresciallo Marco Tommasi.

Il giovane Mastroianni Michelino estratto dalla smart veniva dolorante trasportato presso il nosocomio di Paola immediatamente soccorso dalla datrice di Lavoro Miriam Bruno

Sembra comunque che le sue condizioni non siano gravi

Le due auto sono state prelevate dalla Sicurcar di Viola & Suriano presso la cui officina sono ancora depositate.

Per quanto l’ufficio del Giudice di pace stia per chiudere ( e con esso l’ultimo ufficio statale in Amantea ) chiediamo alle forze politiche sensibili agli aspetti reali della sicurezza ( e non a quelli meramente virtuali ed economici) di chiedere la urgente convocazione della commissione consiliare competente che inizi un processo di valutazione degli aspetti connessi alla SS18 ed alla sua fruizione , ma da allargare immediatamente ad altre sensibilità e ad altre intelligenze.

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA - Realizzata da Riccardo Clemente

 

Pubblicato in Cronaca

Perviene e ne diamo pubblicazione la seguente nota del Candidato Insieme per la Città Andrea Ianni Palarchio.

 

Nella nota il dr Ianni Palarchio si pone alcune provocatorie domande alle quali sarà ben difficile dare risposta. Ovviamente ove qualcuno volesse darle TirrenoNews.it è sempre pronto a pubblicarle, ma ecco di seguito la nota:

Gruppi consiliari Uniti per Campora e Uniti per Amantea ???!!!!!!

Ma non dovevano essere la stessa cosa Amantea e Campora visto che compongono lo stesso stesso comune ??

Appena c'è da dividere le poltrone nascono i gruppi consiliari e la maggioranza si dividono in tre :

1. Uniti per Campora

2. Uniti per Amantea

3. Rosa Arcobaleno

Vorrei immediatamente portare l'attenzione sui nomi dei gruppi, visto che dopo la nomina dell'unico assessore "Camporese" la maggioranza ha più volte ribadito che non era importante la provenienza territoriale dell'assessore ma l'impegno e la competenza per tutta la città.

Ebbene dai nomi dati ai gruppi (Uniti per Campora e Uniti per Amantea) e dalla composizione (tutti residenti a Campora nel primo e tutti residenti ad Amantea nel secondo) si capisce immediatamente che una divisione Campora-Amantea all'interno della maggioranza c'è e a quanto pare sembra anche di entità tale da dover creare un gruppo consiliare che porti avanti le istanze del territorio Camporese ed Amanteano nelle varie commissioni.

Ma se il gruppo "Campora" e' stato tanto scaltro politicamente da far si che un "camporese" sia sempre presente in tutte le commissioni perché non lo è stato quando si trattava di proporre gli assessori??

Forse il gruppo Uniti per Campora non era poi così unito al momento della composizione della giunta ? Per quale motivo?

Vorrei ricordare che :

Il Gruppo Rosa Arcobaleno esprime il Sindaco, Il Vice-Sindaco e un Assessore.

Il Gruppo Uniti per Amantea esprime 2 Assessori.

Il Gruppo Uniti per Campora 1 solo Assessore.

Dopo averci più volte ribadito che l'amministrazione Sabatino avrebbe voluto e dovuto essere l'amministrazione che poneva fine al duopolio Campora - Amantea come mai ha consentito la nascita di questa divisione all'interno del consiglio comunale???

Hanno forse i consiglieri così poca fantasia da non riuscire a trovare altri nomi al proprio gruppo oppure hanno voluto dare un segnale alla Città ??? Era poi così impensabile che residenti di Amantea e di Campora potessero far parte dello stesso gruppo consiliare (sempre 3 gruppi ma "misti")???

Purtroppo queste sono divisioni che fanno male alla nostra città e sono la dimostrazione che alle parole fino ad adesso non seguono i fatti, anzi accade il contrario.

Ai nostri concittadini l'invito alla riflessione !!!!

Dott. Ianni Palarchio Andrea - Candidato Insieme per la Città

Pubblicato in Primo Piano
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy