BANNER-ALTO2
A+ A A-

gigino pelNoi pochi ma sciagurati siamo convinti che l’uso della nuova tecnologia finirà per distruggere, finalmente, nel prossimo decennio, definitivamente la liberal-democrazia e l’illusione di “libertà” degli esseri umani. Al contrario, il resto del mondo si preoccupa dei modi in cui cattivi attori potrebbero utilizzare i social media e altre tecnologie digitali per distorcere la realtà. Teme per il futuro del giornalismo. E pensa che il “capitalismo di sorveglianza” basato sui dati, rappresenti una minaccia per la tanta agognata libertà delle persone.

Sebbene la “sovranità popolare” sia molto più che semplicemente “elezioni” (una democrazia funzionante, si diceva qualche tempo fa, richiedeva il pieno godimento di tutti i diritti civili e politici, nonché l'uguale godimento dei diritti economici, sociali e culturali), i sondaggi pubblici rivestivano comunque un'importanza centrale. Un fatto è ormai certo, la comunità internazionale ha prestato molta poca attenzione alla questione di come abbracciare l'era digitale e i suoi benefici, mantenendo - e rafforzando - l'integrità e la legittimità delle tanto care e amate elezioni.

Oggi, pochissimi paesi conducono elezioni in gran parte senza tecnologia, mentre l'utilizzo di almeno un po’ di tecnologia è ormai una realtà per la maggior parte delle commissioni elettorali. Tuttavia, uno sguardo più attento a questi dati rivela grandi differenze a seconda del tipo di tecnologia in questione.

In ogni caso, ciò che appare molto chiaro, è che l'uso della tecnologia, non farà che aumentare nei prossimi anni e decenni. A tale proposito, avrebbe dovuto essere il momento, per le istituzioni liberal-democratiche, di impegnarsi a garantire che la nuova tecnologia digitale servisse a rafforzare l'inclusività e l'integrità della sovranità popolare, e quindi promuovere e proteggere i diritti civili e politici, piuttosto che il contrario, come sta avvenendo. Il caso più eclatante è passato sotto gli occhi del mondo il 6 gennaio a Capitol Hill. In un momento di crescente sfiducia tra i cittadini e i loro governi, la tecnologia avrebbe potuto svolgere un ruolo fondamentale nella creazione di un vivere sociale più trasparente e inclusivo. Chiaramente ai potenti del mondo occidentale e non solo, tutto questo risulterebbe indigesto.

Gigino A Pellegrini & G el Tarik

Leggi tutto... 0

sindaco napoliMentre a livello nazionale si costruisce uno schieramento trasversale intorno ad un governo “tecnico” al servizio delle banche e del mercato, che unirà tutti i partiti da Pd alla Lega per garantire gli interessi di Confindustria, in Calabria lavoriamo per altro.  

Alle prossime regionali, sarà in campo una coalizione di cittadini e cittadine guidata da Luigi De Magistris che vuole inaugurare una nuova stagione in Calabria, in alternativa alle forze che hanno finora mal gestito la nostra terra, indifferenti alle esigenze dei calabresi e al riconoscimento dei loro diritti.  

Come militanti di Potere al Popolo contribuiremo al cambiamento concreto della vita dei calabresi attraverso la lista "Calabria resistente e solidale", un percorso orizzontale che vede al suo interno come sostenitori e candidati esponenti della Calabria che si è mobilitata da sempre contro logiche neoliberiste e del malaffare, con attivisti di movimenti per la sanità, per l’ambiente, per percorsi di lotta e uguaglianza.  

Lo faremo rivendicando giustizia sociale e non giustizialismo, insistendo su tematiche ambientali da sempre vicine alle nostre istanze, diritti su tematiche come lavoro e questioni di genere, antirazzismo e soprattutto sanità realmente pubblica, sposando le rivendicazioni che tanticittadini calabresi hanno espresso nelle piazze variegate dei mesi scorsi, in una terra in cui non vengono garantiti neanche i minimi servizi assistenziali.  

Come Potere al Popolo siamo nati e continuiamo ad esistere per questo, per dare una rappresenta politica agli invisibili che non hanno voce in capitolo. Per ricostruire un orizzonte di giustizia sociale con ogni mezzo possibile, rappresentando anche nel momento elettorale le istanze che promuoviamo sui territori.  

In Calabria è finalmente tempo di cambiamento! Calabria Resistente e Solidale con De Magistris.  

Leggi tutto... 0

NIDO-COMUNALE3Nigro: «Un servizio pubblico fiore all’occhiello dell’Amministrazione Russo». Iscrizioni ancora aperte

CROSIA (Cs) – Lunedì, 8 Febbraio 2021 – Ha riaperto stamani a Crosia Mirto il nido comunale “La Chiocciola”. Dopo la lunghissima parentesi del lockdown da oggi la comunità traentina potrà ritornare a contare su un servizio importante sia dal punto di vista educativo che di sostegno alle famiglie. La riapertura del centro è stata accompagnata da una lunga fase di preparazione così che le attività si possano svolgere in totale sicurezza e nel rispetto delle normative anti-covid.

Ad attendere e dare il benvenuto ai piccolissimi ospiti de “La Chiocciola”, stamattina (lunedì 8 febbraio) insieme agli educatori c’era anche l’assessore comunale alle Politiche sociali, Paola Nigro.

«Il nido comunale – dice l’assessore Nigro – è una conquista di cui andiamo fieri e sul quale l’Amministrazione Russo ha puntato tantissimo. Crosia, infatti, rimane una delle pochissime realtà comunali nel nostro territorio ad offrire un servizio utile alla crescita dei bambini e a dare supporto a tutte quelle giovani coppie di professionisti e lavoratori che nel nido trovano un valido sostegno alla loro quotidianità a prezzi accessibili e calmierati rispetto alle fasce di reddito. Siamo partiti in ritardo per via della pandemia da Covid-19 ma quello di oggi è un giorno importante perché a quasi un anno dall’inizio dell’emergenza sanitaria, finalmente ritorniamo a riappropriarci della normalità. In questi mesi abbiamo lavorato affinché tutto possa ritornare presto come prima e anche “La Chiocciola”, così come le scuole e gli edifici pubblici, sarà un luogo sicuro grazie a tutti gli interventi di adeguamento che il Comune ha completato per rispettare le misure anti-covid. Il nido – precisa ancora Paola Nigro – non è ancora al completo della sua capienza di piccoli ospiti ma abbiamo voluto iniziare comunque, consapevoli che anche l’apertura per un solo bambino, in questo particolare momento, possa servire a ridare fiducia e speranza».

È ancora possibile poter iscrivere i bimbi al Nido “La Chiocciola”. Le domande per l’iscrizione sono disponibili on-line sul portale istituzione del Comune di Crosia (www.comunedicrosia.it). Dovranno essere opportunamente compilate e, insieme agli allegati, recapitate all’Ufficio servizi sociali attraverso il Protocollo dell’Ente. Il tariffario per poter accedere al servizio è stato scaglionato in tre fasce di reddito. Per quanti entreranno nella prima fascia, con ISEE compreso tra 0 e 10mila euro, la quota di compatercipazione sarà di 50 euro mensili; per la fascia da 10mila a 20mila euro, la quota è fissata ad 80 euro mensili; per la fascia maggiore di 20mila euro il costo sarà di 120 euro mensili. ©Ufficio stampa e comunicazione istituzionale

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy