BANNER-ALTO2
A+ A A-

vivi amanteaQuesta mattina, due membri della nostra delegazione Covid hanno incontrato il presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci. Abbiamo sollecitato il presidente a chiedere alla Regione, che sia assicurata -tramite l'ASP di Cosenza- al territorio di Amantea la quantità di tamponi rapidi che sono necessari per una sana e seria campagna di screening e prevenzione come già chiesto al Presidente dell'ASP di Cosenza M. Marino. Lo screening dovrebbe permetterci di dotarci dei dati necessari a stabilire l'effettiva situazione di contagio nel comune di Amantea e andare oltre l'incertezza e le voci prive di fondamento che altrimenti circolano libere danneggiando ulteriormente la nostra cittadina. Abbiamo chiesto di comunicare tramite il prefetto, al che i commissari si impegnino a collaborare con l'ASL di Amantea per elaborare e comunicare con un bollettino quotidiano alla cittadinanza l'andamento in tempo reale dei contagi e dei guariti. Il presidente Franco Iacucci, molto cortesemente, ci ha accolti ed ha accolto le nostre richieste, ribadendo l'importanza e la centralità della nostra città nel comprensorio, e si è impegnato con noi a sollecitare come Provincia di Cosenza, ai vari enti per poter realizzare quanto chiesto.

Leggi tutto... 0

piazza2020Le recenti sommosse di Roma, Napoli, Torino e di altre città italiane sarebbero secondo alcuni commentatori politici opera dei soliti facinorosi, degli ultrà sportivi, dei centri sociali, della destra fascista. Ma si dimentica che nelle piazze c’erano decine, centinaia, migliaia di persone per bene, di lavoratori che hanno perso il posto di lavoro, di imprenditori che sono stati costretti a chiudere bar, palestre, ristoranti, gelaterie, piscine, teatri, cinema, pasticcerie, etc. causa l’ultimo DPCM del Governo giallo rosso di Giuseppe Conte. La gente è al limite della sopportazione. Non ha più soldi per vivere, per pagare le tasse arretrate, la luce, il gas, il telefono, i dipendenti rimasti. La pancia è vuota. E quando manca il pane si fanno le rivoluzioni. Oggi le rivolte sono state domate dalle forze dell’ordine ed i facinorosi sono stati dispersi. Ma domani è un altro giorno. Può anche darsi che nelle grandi città i facinorosi, i violenti si siano infiltrati nei cortei, ma le proteste pacifiche, vedi quelle di Cosenza, si sono moltiplicate ovunque. Non solo teppisti, malavita, ndrangheta e camorra. La luna di miele tra il Governo e i cittadini è finita da un pezzo. Non si sente più cantare come a marzo ed aprile dai balconi l’inno di Mameli, la voglia di ballare è passata. La gente ora scende in piazza per protestare. Ed ha ragione. Ha fame. Vuole pane e lavoro. Non si può morire solo di Covid 19, ma anche per mancanza di pane. La situazione è gravissima. E le manifestazioni si stanno espandendo a macchia d’olio ovunque, nei piccoli come nei grandi centri. Solo che le televisioni fino ad oggi hanno fatto vedere quelle che fanno più scalpore: lancio di lacrimogeni, assalto alle forze dell’ordine, cassonetti della spazzatura dati alle fiamme, auto incendiate, vetrine dei negozi rotti. L’ultimo decreto del Governo Conte ha fatto infuriare i cittadini, i commercianti, le Regioni, i Sindaci, le opposizioni ed anche le forze della maggioranza (Vedi le dichiarazioni di Renzi). Il pugno durissimo su bar, ristoranti, palestre, piscine, teatri e cinema non è andato giù a nessuno ed è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Certo, certo, alcune misure prese dal Governo per cercare di frenare l’avanzata pericolosissima del Virus sono necessarie, ci mancherebbe. Ma se le disposizioni dovessero protrarsi a lungo non lo so a cosa andremo incontro. Le prime avvisaglie le abbiamo avuto. Quando la gente è disperata, che non ha nulla da mangiare e da perdere, che deve abbassare le saracinesche dei negozi, può fare di tutto, possiamo aspettarci di tutto: scontri, incendi, saccheggi. Ora la gente ha protestato perché il Governo ha chiuso i loro esercizi commerciali. E se domani dovesse davvero mancare il pane? La rabbia si espanderebbe a macchia d’olio. La gente incomincerebbe a trasgredire la legge. E’ passata l’allegra atmosfera che si era creata nei mesi scorsi. E’ diventata più seria, si è accorta che sono finiti i soldi e che i frigoriferi di casa sono completamente vuoti. Ora non hanno più la voglia di cantare e di ballare. Vogliono lavorare e mangiare. In un articolo del mese dello scorso marzo così scrissi:- Oltre al coronavirus che sta facendo danni incalcolabili all’economia italiana e mondiale e che sta uccidendo migliaia di persone, c’è un altro virus più pericoloso e micidiale che potrebbe colpire tutti ed è il virus della rivolta e della fame. Nessuno mi ha dato ascolto

Leggi tutto... 0

vairoSedici associazioni del comprensorio Amanteano hanno deciso di federarsi in un'unica struttura capace di essere sintesi delle diverse esigenze del territorio.

È stata posta all'attenzione della Commissione Straordinaria del comune di Amantea, una missiva che analizza gli aspetti strutturali del settore, con una serie di attività e iniziative che potrebbero essere intraprese per migliorare le cose.

La città di Amantea è collocata per spesa pro capite nel settore sport e tempo libero, al 7.502 su 7.903 comuni italiani.

La commissione può, deve dare in questo senso un segnale preciso:

Prevedere una spesa pro capite della somma minima di 5€uro per un totale di 70 mila €uro annui complessivi,  in un capitolo di bilancio. 

In questo ragionamento si inserisce anche l'apertura del palazzetto dello sport con un progetto #green per valorizzare l'area circostante. 

"La commissione straordinaria, aggiungono i referenti delle sedici associazioni che hanno siglato il documento, è chiamata ad approvare lo schema dell'atto di convenzione con l'ente provinciale per il completamento dei lavori. 

È giunto il tempo di dotarsi di una #consulta per lo #sport che avrà il compito di proporre all'amministrazione  iniziative atte a favorire, in modo ampio e generalizzato la pratica sportiva in materia di sport e tempo libero. 

Gli studenti e le associazioni del paese sono ormai da anni privati di idonei spazi per l’apprendimento e soprattutto per lo svolgimento della pratica dell’attività motoria, importante momento di crescita formativa per la comunità. Una missione per educare i giovani atleti e tutti i principali “portatori di interesse” verso un concetto autentico di sport, orientato al futuro, da raggiungere attraverso obiettivi ambiziosi metodi innovativi e valori etici solidi, forti e condivisi.

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2

I Racconti

Meteo - Amantea

© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy