BANNER-ALTO2
A+ A A-

fortunato alfabetoÈ partito il progetto dell'Associazione La Guarimba "Alfabeto Emotivo del Dialetto Calabrese" con il sostegno della Camera di Commercio di Cosenza.

Un progetto per far conoscere in tutta Italia e nel mondo la ricchezza del dialetto calabrese in una forma di comunicazione giovane e virale. 

In questi giorni per le strade di Amantea troverete il regista vibonese Fortunato Valente con una piccola troupe a intervistare gli abitanti del luogo, per collezionare parole in dialetto calabrese che formeranno parte del suo alfabeto emotivo, un alfabeto che sarà disponibile online sul sito de La Guarimba.

"Questi video" ha dichiarato Giulio Vita, direttore dell'associazione "serviranno come promozione turistica per gli appassionati della lingua e della Calabria, aiuteranno a collegare con una tipologia di pubblico che conosce poco il nostro territorio e attireranno turismo anche in momenti di bassa stagione, producendo un impatto positivo per la economica locale"

Giulio Vita

Director of La Guarimba

Cultural Manager

Leggi tutto... 0

Scrive Melicchio del M5s

Catanzaro – “Nella manovra c’è un’importante novità: la “norma Fraccaro”, che stanzia 500 milioni di euro a favore di tutti i Comuni, diventa strutturale.

Parte così un grande Piano di investimenti diretti sui territori in grado di stimolare la crescita e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Lo stanziamento per la Calabria prevede oltre 23 milioni di euro per i comuni, per realizzare opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile.

Ma tutti i Comuni d'Italia, in base al numero di abitanti, riceveranno da un minimo di 50mila euro ad un massimo di 250mila euro che potranno essere subito spesi aprendo oltre 8mila cantieri in tutto il Paese.”

Lo annuncia con soddisfazione il deputato calabrese del M5S Alessandro Melicchio che spiega come verranno ripartiti i fondi nella nostra regione.

“Gli stanziamenti sono differenziati tra i comuni in base al numero degli abitanti e si va dai 210mila euro per Reggio Calabria ai 170mila di Catanzaro, Cosenza e Crotone, dai 130mila di Vibo Valentia ai 90mila per i comuni sotto i 20mila abitanti. 70mila euro andranno ai comuni che hanno fino a 10mila abitanti e 50mila per i comuni con popolazione inferiore ai 5mila.

In totale andranno 4 milioni e 380mila euro per la provincia di Catanzaro, 8 milioni 680mila per quella di Cosenza, 5 milioni e 730 per la città metropolitana di Reggio Calabria, 2 milioni e 700mila euro per la provincia di Vibo Valentia e 1 milione 690 per quella di Crotone.”

Il parlamentare 5 stelle chiarisce anche le finalità del finanziamento.

“Si potranno finanziare progetti per dotare le città di impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Inoltre, le risorse potranno essere impiegate per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici.

Ancora, si potranno rimuovere le barriere architettoniche e realizzare progetti di mobilità sostenibile.

Rendendo strutturale questa norma – conclude Melicchio – vogliamo continuare a dare impulso agli investimenti favorendo sviluppo sostenibile, occupazione, infrastrutture utili e tutela ambientale.

Stiamo lavorando con il massimo impegno per dare ai cittadini, ai territori e alle amministrazioni locali risposte concrete per far ripartire il Paese.”

Alessandro Melicchio portavoce M5S alla Camera dei Deputati

Leggi tutto... 0

Riceviamo e pubblichiamo:

Tempo fa grazie alla presenza di scavatori di frodo è stato messo in luce in località Imbelli un edificio templare avente le dimensioni di 29,20 x 9,75 del tipo privo di peristasi diffuso in Magna Grecia e Sicilia in epoca arcaica.

Questo tempio ha la caratteristica di essere orientato a sud , costruito in pietra e di essere scompartito in quattro ambienti posti in successione lungo l’asse maggiore.

 

La costruzione del tempio, dice Gioacchino Francesco La Torre trova edifici affini in quello di Timpone della Motta di Francavilla marittima dedicato alla Dea Atena.

I materiali recuperati (al netto di quelli trafugati dai tombaroli) sono stati molto numerosi ed attestano la presenza di prodotti indigenti. Armi ed utensili in ferro,ornamento personali in bronzo, ambra, osso ed argento.

Accanto a questo si riscontra un vasto repertorio vascolare tipico di un centro colonico caratterizzato da un vasto campionario di forme acrome, interamente o parzialmente verniciate e con decorazione a fasce, omogenee per caratteristiche tecniche e fattura.

Proprio da queste considerazioni relative ad un centro colonico, la supposizione che, nella zona che sale da Imbelli verso Cozzo Piano Grande, sia esistito ben altro che il solo tempio di Imbelli finora scoperto.

Ed infatti anche io ho trovato i resti di un altro tempio ancora tutto da portare alla luce.

Prima ancora che i tombaroli ne facciano strage.

So di non essere l’unico ad avere visto questi resti e proprio per questo sollecito l’amministrazione comunale e la soprintendenza a fare le opportune scelte operative.

E questo non vale certamente per la sola collina di Imbelli!!!!

Lettera firmata

Foto G.G. gennaio 2017

Leggi tutto... 0
BANNER-ALTO2
© 2010 - 2021 TirrenoNews.Info | Liberatoria: Questo sito è un servizio gratuito che fornisce ai navigatori della rete informazioni di carattere generale. Conseguentemente non può rappresentare una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita. Non può, pertanto, essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7 marzo 2001. L'Autore del sito non è responsabile dei commenti inseriti nei post o dell’utilizzo illegale da parte degli utenti delle informazioni contenute e del software scaricato ne potrà assumere responsabilità alcuna in relazione ad eventuali danni a persone e/o attrezzature informatiche a seguito degli accessi e/o prelevamenti di pagine presenti nel sito. Eventuali commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Nei limiti del possibile, si cercherà, comunque, di sottoporli a moderazione. Gli articoli sono pubblicati sotto “Licenza Creative Commons”: dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l’Autore). Alcune immagini pubblicate (foto, video) potrebbero essere tratte da Internet e da Tv pubbliche: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del sito che provvederà prontamente alla loro pronta. Qualunque elemento testuale, video, immagini ed altro ritenuto offensivo o coperto da diritti d'autore e copyright possono essere sollecitati inviando una e-mail all'indirizzo staff@trn-news.it. Entro 48 ore dalla ricezione della notifica, come prescritto dalla legge, lo staff di questo Blog provvederà a rimuovere il materiale in questione o rettificarne i contenuti ove esplicitamente espresso, il tutto in maniera assolutamente gratuita.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Informazioni sulla Privacy